Lunedì, 21 Giugno 2021
A Domenica In

Ornella Vanoni racconta il Covid e la lotta contro la depressione

La cantante ospite a Domenica In parla delle conseguenze della malattia che l’ha colpita lo scorso ottobre e da cui è guarita e dei periodi bui della sua vita

Ornella Vanoni non è mai “semplicemente” un'ospite quando va in tv. Già dal suo ingresso a Domenica In, con la mascherina (che si è tolta quasi di malavoglia), la cantante meneghina si è presa la scena, duettando con l’amica Mara Venier non prima di aver raccontato serissima e preoccupata la sua esperienza con Covid19. Vanoni è risultata positiva lo scorso ottobre, poi è guarita, ma la malattia l’ha provata anche dopo la guarigione.

“È stata una tragedia. Mi ha preso alla pancia, ho avuto dei mal di pancia bestiali. Poi è passato ma il peggio è venuto dopo, perché pare smuova delle cose… Mi si sono gonfiati dei linfonodi, ho avuto un blocco intestinale. Ho visto più medici io che non so chi. Questo vuol dire che può lasciare degli strascichi, non su tutti ma su alcune persone”, ha raccontato la cantante, raggiungendo Mara Venier in studio con il dottor Luca Richeldi, pneumologo del Gemelli di Roma e componente del Cts. “Non è provato che se lo hai avuto non sarai più contagiato - ha aggiunto poi Ornalla Vanoni - Il vaccino lo farò, certo. Assolutamente sì. Se la scienza mi mette a disposizione una cosa per non soffrire io la prendo. Non sono contro la medicina”. 

Ornella Vanoni e il racconto della depressione

“La gente patisce la malattia anche in maniera molto violenta”, ha ricordato Ornella Vanoni, parlando delle gravi conseguenze psicologiche per i malati, per chi li assiste in ospedale e anche per chi è costretto a rimanere in casa, con tutte le limitazioni alla socializzazione che le restrizioni anti covid impongono. Preoccupazioni che sente molto, come ha ammesso la cantante, che in passato ha sofferto lei stessa di depressione ed è ancora sotto farmaci. “La depressione è una malattia terribile ed orrenda. Io prendo gli psicofarmaci da quando me li hanno dati e non ho mai smesso”, ha ricordato. 

“Quando vai in depressione dipende come ci vai e come ne esci. Io ogni volta che entravo in depressione mi veniva un’idea straordinaria. Non ho mai pensato di suicidarmi, mai. In quei periodi vivevo male. Nessuno mi stava vicino, perché stare vicino a un vero depresso è una roba…Io ho vissuto anche un anno in casa senza accedere la luce, perché anche se l’accendevo era buio. Avevo un cane, ho dovuto rinunciare e prendere un gatto, che è meno impegnativo. Ma ora la depressione non mi tornerebbe più, non ho motivi”, ha ammesso Vanoni, che si è detta oggi serena, “lieve” e soddisfatta della carriera che ha fatto.

Domenica In, sorpresa telefonica per Ornella Vanoni: chiamano Renato Zero e Gabbani

Tra Mara Venier e Ornella Vanoni, come avviene spesso nel salotto di “Domenica In”, quella che va in onda è una vera chiacchierata, non la classica intervista.

Tra ricordi di amori e canzoni, c’è spazio anche per una sorpresa telefonica di Renato Zero, che chiama in studio per salutare l’amica Ornella: “Non solo sei una grande donna ma sei un’enorme quercia che fa ombra su tutti, noi siamo dei poveri sfigati vicino a te”, ha detto Renato Zero. Un’altra sorpresa è arrivata da Francesco Gabbani, che sempre in collegamento telefonico ha salutato Vanoni. Sia Renato Zero sia Gabbani hanno scritto delle canzoni per il nuovo album di Ornella Vanoni, “Unica”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ornella Vanoni racconta il Covid e la lotta contro la depressione

Today è in caricamento