Mercoledì, 12 Maggio 2021
addio al re del liscio

Covid, è morto Raoul Casadei: addio al re del liscio

Il musicista aveva 83 anni ed era ricoverato dal 2 marzo all'ospedale Bufalini di Cesena

Raoul Casadei

E’ morto Raoul Casadei, musicista noto come il 're del liscio'. Casadei aveva 83 anni ed era ricoverato dal 2 marzo all'ospedale Bufalini di Cesena per Covid. Le sue condizioni si sono progressivamente aggravate nelle ultime ore. Per anni maestro elementare, Casadei passò alla musica, seguendo la tradizione familiare. E’ anche grazie a lui che l'Orchestra Casadei dagli anni '60 diffonde la musica da ballo romagnola in tutta l'Italia.

"È veramente con grande tristezza che apprendo della scomparsa di Raoul Casadei", ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini: "Con lui se ne va uno straordinario personaggio, un compositore che con grande professionalità ha portato in Italia e nel mondo un messaggio musicale profondamente radicato nella tradizione, legato all’allegria e alla voglia di vivere fino a diventare uno dei simboli, un ambasciatore della sua e nostra terra. Voglio esprimere il più sincero cordoglio ai suoi familiari, anche a nome dell’intera comunità emiliano-romagnola. Sono certo che il nostro Raoul continuerà a vivere nella sua musica, e noi non dimenticheremo colui che per noi sarà sempre il Re del liscio".

Addio a Raoul Casadei, la carriera del musicista

Come racconta Cesena Today, Raoul Casadei era stato colpito dal virus come la gran parte della famiglia Casadei. L'unico a non essere stato contagiato il figlio Mirko.

Nato a Gatteo, diplomato alle magistrali, Raoul Casadei è stato per diciassette anni maestro elementare. Si è appassionato alla musica a sedici anni, quando lo zio Secondo, direttore della più famosa orchestra di liscio romagnolo (fondata da lui nel 1928), gli regalò una chitarra.

Alla fine degli anni '50 iniziò a partecipare agli spettacoli dell'Orchestra Casadei. Lo zio decise di rinominare la sua formazione Orchestra Secondo e Raoul Casadei. L'Orchestra Casadei dagli anni '60 diffuse la musica da ballo romagnola in tutta l'Italia eseguendo più di 365 concerti all'anno . Nel 1971, dopo la morte dello zio Secondo, Raoul prese in mano la conduzione dell'orchestra. Negli anni '70 fu il protagonista del cosiddetto "boom del liscio", e Raoul Casadei. Lunga la lista dei successi:  Ciao mare, Simpatia, La mazurka di periferia, Romagna e Sangiovese, Romagna Capitale, Tavola grande. Nel 1980 si ritirò dal palcoscenico continuando a gestire l'orchestra da dietro le quinte.

Lo scorso 15 agosto l'ultimo compleanno per gli 83 anni, una festa in tono minore per la situazione Covid. "Dobbiamo rinunciare alla festa di compleanno con gli amici di sempre - aveva detto il re del liscio- e lo facciamo soprattutto in rispetto ai nostri amici medici, che hanno combattuto il virus nemico in prima linea".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, è morto Raoul Casadei: addio al re del liscio

Today è in caricamento