Giovedì, 25 Febbraio 2021

"Vi spiego l'amore secondo mia figlia Nadia"

Margherita Rebuffoni, la mamma della conduttrice delle Iene, parla del libro "Ti aspetterò tutta la vita" e del suo lascito

Margherita Rebuffoni, la mamma di Nadia Toffa, parla in un'intervista a Repubblica del libro Ti aspetterò tutta la vita (Chiarelettere, i proventi sono devoluti alla Fondazione Toffa) in uscita oggi e che raccoglie poesie e riflessioni della conduttrice de Le Iene scomparsa il 13 agosto 2019 a 40 anni. Margherita racconta come è nata l'idea del libro: «La prima l’ho trovata per caso nel mio WhatsApp. Nadia scriveva di notte con quattro dita: ha scritto 450 poesie. Me le leggeva al mattino a colazione. Neanche le correggeva. Un giorno mi ha detto: “Ricordati di darle a Lorenzo Fazio (editore di Chiarelettere, ndr), è una bravissima persona, non avrai problemi”. Abbiamo selezionato i testi e il titolo lo ha pensato lui, Ti aspetterò tutta la vita, è bello. Parla d’amore, c’è dolore e gioia». 

Poi racconta dei rapporti di Nadia con gli uomini che l'hanno delusa: «Il primo fidanzato, un ragazzo d’oro, che ancora frequentiamo, era troppo possessivo. Il secondo era geloso dell’amore che lei aveva per le altre persone. Poi c’è stato il legame con uno più grande. Io che la conoscevo bene sapevo della sua delusione, purtroppo noi donne abbiamo una marcia in più, sappiamo perdonare e lasciamo l’altro più libero nelle scelte profonde». Infine racconta della sua forza, che ha colpito tutti:

«Nadia soffriva ma sorrideva sempre. Quando non poteva più muoversi mi ha spiegato che voleva diventare potente sui social per aiutare gli altri. Don Patriciello le mandava i video e lei scriveva al sindaco di Napoli De Magistris. Quando ha avuto il malore ho capito subito che era grave, c’è stata tanta solidarietà. Berlusconi le ha mandato l’aereo, le ha dato la sua stanza al San Raffaele. Nadia non lo conosceva. Un giorno telefona la segretaria: siete attese a Arcore. Niente taxi, pioveva. Metto il navigatore e andiamo. Le ha detto: “Sei il volto pulito di Mediaset”, le ha regalato le marmellate fatte in casa. Chiamava per sapere come stava, anche per farle gli auguri il giorno del compleanno. Un nonno fantastico».

Nadia scrive: “Trasformo con facilità una tragedia in fiaba perché se leggi attentamente le cicatrici troverai storie pazzesche da raccontare”.
«Ha ragione, la vita è così».

Ivano Lai: l'incredibile storia dell'avvocato revocato per le "foto imbarazzanti"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vi spiego l'amore secondo mia figlia Nadia"

Today è in caricamento