Giovedì, 6 Maggio 2021
Cosa succede

Cos'è questa storia di Netflix che impedirà la condivisione degli account

Perché se ne parla e quali sarebbero le conseguenze per gli abbonati italiani

Da ieri sera si sta diffondendo una notizia che ha messo in allarme milioni e milioni di persone in tutto il mondo: Netflix starebbe pensando di impedire la condivisione degli abbonamenti tramite la creazione di diversi account, costringendo di fatto chi vuole fruire dei contenuti della piattaforma a fare nuovi abbonamenti, non condivisi con amici o parenti. 

La condivisione delle password e degli abbonamenti è una pratica molto diffusa, in Italia come negli altri Paesi, e se l'esperimento di Netflix fosse applicato in modo universale avrebbe serie conseguenze per tutti.

L'esperimento di Netflix per bloccare gli account condivisi

Tra i primi a riportare la notizia è stata la rivista statunitense Deadline, in un articolo dal titolo "Netflix Is Testing A Way To Limit Password Sharing", ovvero "Netflix sta testando un modo per limitare la condivisione delle password".

Come spiega Deadline, ad alcuni utenti di Netflix negli USA è successo che, accedendo al profilo con credenziali di persone che vivono in altre case, è comparso un messaggio che chiede: "Questo è il tuo account? Se non vivi con il proprietario di questo profilo, devi creartene uno tuo per continuare a guardare i contenuti". 

A questo punto, agli utenti si pongono due alternative: creare un nuovo account (e relativo pagamento) o la prova gratuita di 30 giorni (che in Italia è stata eliminata dopo che molti creavano nuovi profili ogni mese per continuare ad usufruirne gratis). 

Un portavoce di Netflix ha dichiarato che "questo test serve ad assicurare che le persone che usano gli account di Netflix siano autorizzati a farlo". Deadline ha sottolineato che il messaggio di avviso al momento è comparso a utenti che accedevano a Netflix tramite smart tv. 

Cosa succederà in Italia adesso?

Se il test per ora riguarda solo gli Stati Uniti, potrebbe a breve riguardare tutti i Paesi dove c'è Netflix, con conseguenze notevoli per gli utenti e per il mercato. Netflix ha attualmente circa 200 milioni di abbonati, Amazon Prime Video è al secondo posto con 150 milioni e Disney ha da poco raggiunto quota 100 milioni di sottoscrittori: tutte le principali piattaforme consentono la creazione di profili diversi con un unico abbonamento, ufficialmente per consentire a persone che convivono di avere ognuna un profilo tarato sui propri gusti e sui contenuti che sta seguendo, ma di fatto accettando indirettamente che più persone non conviventi condividano l'abbonamento. 

Almeno per il momento, non si hanno notizie di una possibile difffusione anche in Italia del test che impedisce la condivisione dei profili, ma non è affatto escluso che Netflix decida di imporre anche da noi l'impossibilità di avere abbonamenti condivisi tra più nuclei abitativi. E questa sarebbe davvero la fine di un'era, con conseguenze imprevedibili per il mercato italiano e internazionale. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cos'è questa storia di Netflix che impedirà la condivisione degli account

Today è in caricamento