rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Spettacoli&Tv

Paul McCartney: "Parlo ancora con John Lennon e sono ossessionato dal sesso"

L'ex Beatles si racconta in un'intervista a Rolling Stones

Paul McCartney continua a pensare a John Lennon mentre lavora e a distanza di anni parla ancora con l’ex Beatles ucciso nel 1980, come ha raccontato in un’intervista a Rolling Stones.

Se non sono sicuro di qualche cosa, la passo a John. Lui mi dirà: ‘Non si può fare, amico’, e io gli risponderò: ‘Hai proprio ragione. E così invece?’ ‘Sì, è molto meglio’. Non voglio perdere questo tipo di conversazione”.

Il discorso torna ancora una volta su Yoko Ono. McCartney la definisce una “tosta” e ammette che ormai i rapporti tra loro sono sereni. “Ho pensato: ‘Se John l’amava, allora ci deve essere qualcosa. Lui non è uno stupido’”.

L’ex Beatles però non riesce a perdonare Mark David Chapman, l’uomo che uccise John Lennon: “Quel tizio ha fatto qualcosa di completamente folle e malato. Perché dovrei gratificarlo con il mio perdono?”.

Nell’intervista, Paul McCartney affronta anche temi più leggi e risponde a chi gli fa notare che nelle sue canzoni il sesso è un elemento molto presente. “Sono abbastanza ossessionato dall’argomento”, ammette candidamente, ricordando quando da ragazzino spendeva i suoi risparmi per comprare qualsiasi giornale mostrasse foto di donne nude.

Una volta ho fatto anche il baby-sitter per guadagnare qualcosa e, mentre ero solo in casa con il bambino, mi sono messo a guardare nella libreria dei genitori. C’era un manuale di educazione sessuale, una cosa che a casa mia non c’era. Evidentemente erano dei genitori molto liberali, anche se non mi ricordo chi erano. L’ho aperto e ho visto cose come il Monte di Venere che hanno incendiato all’istante la mia fantasia di adolescente. E non è cambiato molto da allora”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paul McCartney: "Parlo ancora con John Lennon e sono ossessionato dal sesso"

Today è in caricamento