Lunedì, 21 Giugno 2021
Spettacoli&Tv

Paul Walker, la figlia fa causa alla Porsche per la morte

La sedicenne ha denunciato la famosa casa automobilistica, secondo lei responsabile dell'incidente in cui perse la vita il padre

L'incidente stradale che costò la vita a Paul Walker si è trascinato dietro un turbinio di polemiche che vanno avanti fino ad oggi. E' soprattutto la figlia della star di "Fast and Furious" che non si da pace e vuole vederci chiaro. La sedicenne ha denunciato la Porsche, accusandola di avere la responsabilità nello schianto in cui è morto il padre.

Paul Walker era passeggero su una Porsche guidata da un amico che perse il controllo dell'auto e si schiantò contro un palo della luce a novembre 2013. I media Usa riferiscono che Meadows Walker ha denunciato la famosa casa automobilistica tedesca per omicidio colposo, sostenendo che le misure di sicurezza sulle sue auto sono insufficienti. 

Dopo un'indagine durata quattro mesi la polizia ha stabilito che la Porsche Carrera GT, guidata dall'amico di Walker, Roger Rodas, viaggiava a 151 chilometri all'ora in una zona dove il limite di velocità era a 70 all'ora quando si schiantò contro il palo. La denuncia di Meadows Walker sostiene invece che la velocità del mezzo era molto inferiore. 

Nella denuncia, come riporta il sito Usa Tmz, si legge che la cintura di sicurezza "spinse il torso di Walker contro il sedile con una forza di centinaia di chili, rompendo le costole e il bacino e intrappolandolo nel mezzo quando questo prese fuoco". Secondo il Los Angeles Times, la denuncia afferma che all'auto mancavano "requisiti che avrebbero impedito l'incidente o almeno consentito a Paul Walker di sopravvivere". La moglie di Rodas ha presentato una denuncia dello stesso tenore lo scorso anno, ma Porsche ha replicato che l'incidente fu causato dal guidatore e non dalla progettazione dell'auto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paul Walker, la figlia fa causa alla Porsche per la morte

Today è in caricamento