Lunedì, 10 Maggio 2021

L'Anpi non vuole il concerto e il sindaco nega il patrocinio, Povia: "Questa è mafia"

Bufera sul concerto che il cantante dovrebbe tenere alla parrocchia di San Lorenzo Martire a Trezzano sul Naviglio il prossimo 23 settembre. Il Comune ha accolto l'appello dell'Anpi e ha negato il patrocinio, ma il cantante non ci sta: "Questa è mafia e dittatura"

Il Comune di Trezzano sul Naviglio nega il patrocinio dell'amministrazione al concerto di Povia previsto per il prossimo 23 settembre nella parrocchia di San Lorenzo Martire e il cantante non la prende bene. Nei giorni scorsi, il presidente dell'Anpi della provincia di Milano aveva invitato il Comune "a dissociarsi in qualsiasi modo dall'evento", auspicando "un ripensamento da parte del parroco". Per l'Anpi, Povia "rappresenta una figura profondamente divisiva su molteplici temi tra i quali l'accoglienza, la solidarietà, l'unità del nostro Paese e le problematiche relative alle vaccinazioni". 

Un appello che è stato accolto dal sindaco di Trezzano, Fabio Bottero, che su Facebook ha annunciato: "Il Comune ha deciso di non concedere il patrocinio all’evento organizzato il 23 settembre dalla parrocchia: non ci sarà quindi alcun sostegno. Ringrazio l’Anpi per avermi dato informazioni sul signor Giuseppe Povia: non rientrava nei miei cantanti di riferimento in passato e sinceramente pensavo che ora si fosse ritirato – ha spiegato – Ho parlato personalmente con il parroco spiegando che l’amministrazione non sostiene questo concerto e non condivide le posizioni espresse pubblicamente dal cantautore. Di certo non intendo chiedere e non ho chiesto alla parrocchia di non tenere l’evento”.

Immediata la replica di Povia all'Anpi: "Comunisti dell’ Anpi vogliono annullarmi il concerto del 23 settembre, minacciando e insultando la chiesa! Questa è mafia e dittatura! Ascoltate con le vostre orecchie, poi diffondete e aiutatemi a smascherarli! Tanto lavorerò ancora per poco. È bello essere libero ma è costoso, faticoso e spesso come oggi, mi rende triste. Cari “partigiani”, i neo-nazi(comun)isti, siete voi”.

In un nuovo video, pubblicato sempre su Facebook, Povia ha risposto anche al sindaco di Trezzano sul  Naviglio. 

PER IL SINDACO DI TREZZANO (Mi) FABIO BOTTERO CHE..
non darà il patrocinio per il concerto del 23 (sempre se non verrà annullato), che dice che non gli piace Povia, che credeva mi fossi "ritirato", che crede all'ANPI, che dice che io sono esagerato e altro.. MA IL SINDACO DI TREZZANO, SUL DIFENDERSI QUANDO SI VIENE ATTACCATI, È D'ACCORDO CON ME. Per esempio sull'ospitalità ai 12 immigrati che sono costati a Trezzano 350 mila euro in un anno. Cliccate Ascoltate Diffondete. P.s. Mancherebbe 1 mese al concerto, se la smettete di offendermi, per me è #PACE.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Anpi non vuole il concerto e il sindaco nega il patrocinio, Povia: "Questa è mafia"

Today è in caricamento