rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Spettacoli&Tv

Le Iene portano il prediciottesimo in tv

Dal web al piccolo schermo: viaggio di Enrico Lucci nel dorato mondo dei video glamour/trash per festeggiare l'arrivo della maggiore età

Uno spettro si aggira per il web, lo spettro del prediciottesimo. Chi non si è mai imbattuto su Youtube sui video di quella che ormai è diventata una vera e propria moda?

Noi di Today ne avevamo già parlato e ieri la iena Enrico Lucci è andato direttamente sul set di uno di questi video, incontrando maestranze e soprattutto protagonisti.

Ma che cos'è il "prediciottesimo"?

Avvicinandosi la maggiore età, ragazzi e ragazzi ora chiedono un minifilm che li colga nel fulgore della loro gioventù e li immortali per sempre grazie anche ai social network: scenari bucolici, pose da diva glamour, musica accattivante e montaggio sofisticato. Il tutto tendente molto pericolosamente al trash più spinto.

Lucci è andato in Sicilia per incontrare il "mago del prediciottesimo", il signor Muscolino. È lui che ha immortalato il giovane Michael nei panni di un novello mafioso tipo "Il Padrino parte II", con tanto di coppola in testa e pistola vera (ma caricata a salve). E sempre lui ha filmato Arianna sui binari del treno (vero e in arrivo!).

Ma non saranno un filino esagerati questi video? "No e anche se ci fosse io li frenerei", afferma con forza il misurato Muscolino.

Parenti, amici e diretti interessati (che vogliono essere rappresentati come "la star di un giorno", chiosa la giovane Desirèe) esultano e si congratulano: il momento della proiezione del prediciottesimo è il clou di ogni festa di compleanno che si rispetti.

I genitori già vedono i propri figli lanciati verso il mondo dello spettacolo, perché queste sono soddisfazioni. I prediciottesimi creano divismo: Vanessa da Palagonìa, provincia di Catania, è diventata una star, dopo essere stata ritratta in tuta mimetica, shorts e mitra.

I risultati dal web però sono meno entusiasmanti: crescono i numeri delle visualizzazioni ma crescono anche i commenti negativi e offensivi alle performance dei quasi maggiorenni. Tutta invidia, sostengono i diretti interessati, solo becere chiacchiere di paese.

E i genitori che fanno? Lucci ne intervista uno in chiusura: il papà di Giulia, che si è svenato per pagare il video della figlia (con tanto di ripresa subacquea). La ragazza voleva il prediciottesimo, è diventato quasi obbligatorio. "Oggi non ci sono più i genitori di una volta - assicura il signore - Oggi siamo molti più 'molleabili' (sic)".

E alla domanda di Lucci, se non sia il caso di proteggere di più questi giovani dai pericoli dei social network e dell'esposizione mediatica, il papà di Giulia risponde con filosofia: "Sì, se ti ascolterebbero (sic)".

GUARDA IL SERVIZIO SUL VIDEOMEDIASET

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Iene portano il prediciottesimo in tv

Today è in caricamento