rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Spettacoli&Tv

Le Iene svelano i "furbastri" delle false pagine Facebook dei vip |VIDEO

Quanto e come si può guadagnare fruttando sul social network il nome di personaggi scomparsi come Alberto Sordi e Pietro Taricone?

Occhio ai profili Facebook dei personaggi famosi. Il più delle volte sono gestiti da persone che non hanno niente a che fare con loro e l'unico scopo è creare delle "macchine" da soldi grazie ai link e alla pubblicità.

La Iena Matteo Viviani è andato a scoprire come lavorare i furbetti di Facebook. Cliccando sui contenuti proposti da queste fanpage si viene reindirizzati verso un sito esterno, pieno di pubblicità. A guadagnarci sono il proprietario del sito e le aziende che si fanno pubblicità, insieme al proprietario della fanpage (che guadagna tra i 5 i 10 euro per ogni link, senza che Facebook ponga limiti al numero di contenuti postati).

GUARDA IL VIDEO DEL SERVIZIO DE LE IENE

Si tratta di pratiche illegali, come spiega Viviani, insieme a un esperto: "Per la legge italiana, per aprire queste pagine bisognerebbe avere perlomeno i consenso del titolare dei diritti di immagini" e soprattutto "non ci si può fare tutta questa pubblicità perché il regolamento di Facebook lo vieta". Queste pagine vengono spesso rivendute in nero. Le Iene hanno pizzicato un "furbastro" che cerca di vendere i gruppi Facebook dedicati a due personaggi molto amati e scomparsi: Alberto Sordi e Pietro Taricone.

Vistosi scoperto, il "furbastro" è fuggito e non ha voluto dare spiegazioni. "È una bastardata quello che fai. Perché non ti trovi un modo meno squallido e più legale per lavorare. Complimenti per il pelo sullo stomaco?", continua a chiedere Viviani. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Iene svelano i "furbastri" delle false pagine Facebook dei vip |VIDEO

Today è in caricamento