Giovedì, 5 Agosto 2021

Ciao Raffaella, commozione e gratitudine alla camera ardente: "Nessuna come lei"

Le voci delle persone che hanno portato l'ultimo saluto alla soubrette. Un omaggio "doveroso". E l'emozione riempie piazza del Campidoglio a Roma

Un lungo ultimo saluto per Raffaella Carrà, morta lunedì a 78 anni. Il feretro della soubrette è partito da via Nemea, dove abitava - a Roma - e ha ripercorso, mercoledì pomeriggio, tutti i luoghi simbolo della Rai e della sua carriera: dall'Auditorium del Foro Italico al Teatro delle Vittorie, via Teulada, viale Mazzini, fino ad arrivare al Campidoglio, dove è stata allestita la camera ardente che resterà aperta fino alla mezzanotte di giovedì 8 luglio.

Migliaia le persone che stanno portando l'ultimo saluto a Raffaella. Un omaggio "doveroso", come hanno detto in molti ai nostri microfoni, per sempre grati alla regina della tv. A riempire la piazza non solo romani ma gente da tutta Italia, giornalisti e televisioni di ogni parte del mondo. Durante l'attesa si canta oppure si sta in religioso silenzio, ma soprattutto ci si emoziona parlando di Raffa, andata via improvvisamente e senza fare 'rumore'. Nella Sala della Protomoteca la bara di legno grezzo, circondata da corone di fiori colorati, alcune delle sue foto più belle, mentre in sottofondo risuonano le sue canzoni. Intorno, l'abbraccio del suo amato pubblico.

Addio a Raffaella Carrà: tutti gli aggiornamenti, prosegui su Today.it

Si parla di

Video popolari

Ciao Raffaella, commozione e gratitudine alla camera ardente: "Nessuna come lei"

Today è in caricamento