Sabato, 25 Settembre 2021
Spettacoli&Tv Paesi Bassi

Olanda, vittima di abusi sessuali ricorre all'eutanasia: "Depressa, era incurabile"

La ragazza soffriva di depressione, anoressia e sindrome da stress post traumatico e gli stessi medici che l'avevano in cura avevano giudicato le sue condizioni generali "incurabili"

Una ragazza olandese di vent'anni, vittima di abusi sessuali, si è sottoposta all'eutanasia tramite inizione letale.

La giovane, il cui nome non è stato divulgato per motivi di privacy, ha subito violenze sessuali da quando aveva cinque anni fino ai 15, come ricostruito dalla Commissione olanedese per l'Eutanasia, sviluppando nel tempo una grave sindrome da stress post traumatico, anoressia, depressione cronica e allucinazioni. Disturbi così gravi e profondi da essere considerati incurabili dai medici che l'avevano in cura.

Sottoposta a una lunga terapia intensiva, la ragazza aveva avuto lievi miglioramenti ma gli stessi medici che l'avevano in cura avevano giudicato le sue condizioni "incurabili".

Per i dottori, la ragazza era perfettamente consapevole della propria condizione e i disturbi da cui era affetta non avevano minato la sua capacità di decidere per se stessa. I dettagli sul caso sono stati diffusi dalle autorità olandesi nel tentativo di limitare le polemiche contro le leggi che regolano l'eutanasia e per dimostrare che i casi di "dolce morte" sono stati gestiti sotto una corretta supervisione medica. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olanda, vittima di abusi sessuali ricorre all'eutanasia: "Depressa, era incurabile"

Today è in caricamento