rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Spettacoli&Tv

L'ex 'Power Ranger' Ricardo Medina confessa l'omicidio: "Ho ucciso a colpi di spada"

Dopo due anni di processo, l'attore californiano ammette di aver assassinato il suo coinquilino Josh Shutter a seguito di una discussione avvenuta per un'ex fidanzata

Ha confessato, Ricardo Medina Jr. Dopo due anni di processo, l'attore californiano - noto per aver interpretato il Power Ranger Rosso nella serie tv 'Power Rangers Wild Force' - ha dichiarato la propria colpevolezza per l'omicidio del coinquilino Josh Sutter.  

Movente del delitto avvenuto il 31 gennaio 2015 è stata la discussione nata tra i due amici a causa di un' ex fidanzata, a seguito della quale l'interprete americano ha inflitto i colpi letali con una spada. 

L'ammissione arriva al termine di un procedimento giudiziario turbolento. Dopo il ritrovamento del cadavere da parte della polizia, Medina era stato arrestato e poi rilasciato per mancanza di prove. Tornato in carcere nel 2016, riuscì ad uscire di prigione attraverso il pagamento di un milione di dollari di cauzione. 

Oggi - stando a quando riportato dal sito abc7.com - per il figlio dell'omonimo pugile di origine portoricana si prospettano sei anni di carcere da scontare, come stabilito da una sentenza programmata per il 30 marzo dall'ufficio procuratore distrettuale della contea di Los Angeles. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex 'Power Ranger' Ricardo Medina confessa l'omicidio: "Ho ucciso a colpi di spada"

Today è in caricamento