Sabato, 17 Aprile 2021

Rita Dalla Chiesa chiede scusa ai cinesi: "Mi sono sentita male per quello che ho scritto"

Su Twitter il mea culpa dell'opinionista tv che qualche giorno fa aveva lanciato parole di fuoco contro il popolo cinese per condannare il festival della carne di cane

Rita Dalla Chiesa

"Non mi rimangio nulla" aveva ribadito pochi giorni fa Rita Dalla Chiesa, dopo la polemica esplosa per il suo tweet al vetriolo nei confronti del popolo cinese per condannare il festival della carne di cane di Yulin ("E' peccato mortale volere l'estinzione del popolo cinese?" aveva scritto provocatoriamente). Invece ci ripensa e chiede scusa. 

"Oggi al bar un cameriere cinese ha dato da bere al mio cagnolino che aveva sete" fa sapere su Twitter l'opinionista tv, pentita per le parole usate giorni prima: "Mi sono sentita male per quello che ho scritto l'altro giorno. Chiedo scusa. Avevo visto delle immagini terribili su Yulin e sono andata via di testa. Il popolo cinese non è solo quello".

Un mea culpa che sui social trova terreno fertile per ulteriori critiche: "Quando te lo avevamo fatto notare, eravamo noi i non animalisti, hai scatenato un putiferio contro un popolo che non è solo Yulin spandendo un odio dove ne abbiamo fin troppo di spaccature tra bianchi neri e cinesi. Ci voleva l'acqua al tuo cane per farti rinsavire?" scrive un utente che non perdona (e non è l'unico). Molti, invece, apprezzano: "Apprezzo le scuse ma non  erano necessarie - fa notare un altro - Si era capito che era una provocazione dalle buone intenzioni".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rita Dalla Chiesa chiede scusa ai cinesi: "Mi sono sentita male per quello che ho scritto"

Today è in caricamento