Giovedì, 28 Ottobre 2021
Spettacoli&Tv

Gli Usa hanno cercato di arrestare Roman Polanski

Il regista si trovava in Polonia per l'inaugurazione del Museo Ebraico di Varsavia. La richiesta di estradizione avanzata dagli Stati Uniti è stata respinta

Gli Stati Uniti hanno cercato di far estradare il regista Roman Polanski mentre si trovava in Polonia per l'inaugurazione del Museo Ebraico di Varsavia ma la domanda è stata respinta dal governo polacco. Lo ha rivelato il quotidiano "Gazeta Wyborcza".

La richiesta è stata respinta perché non è stata tradotta in polacco, secondo un funzionario del Ministero della Giustizia di Varsavia. Nel 2010 la procura generale polacca aveva comunque chiarito che Polanski non può essere estradato secondo la legge polacca, perché è passato troppo tempo dal reato che gli è stato addebitato.

Polanski, che ha la doppia cittadinanza polacca e francese, è ricercato dalla giustizia americana dal 1977, quando fu condannato per abusi sessuali su Samantha Geimer, allora 13enne, che ha poi raccontato la sua storia in un libro.

Nel febbraio 1977, Roman Polanski drogò e stuprò la ragazzina nella villa dell'amico Jack Nicholson, dove il regista l'aveva portata per fare un servizio fotografico. Il regista fuggì poi dagli Stati Uniti alla volta dell'Europa, dove ora l'81enne Polanski vive oggi tra la Francia e la Svizzera. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli Usa hanno cercato di arrestare Roman Polanski

Today è in caricamento