rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Sanremo 2013

Sanremo, dettagli che fanno discutere: il tatuaggio di Ayane e lo smalto nero di Gazzè

Dopo la Littizzetto, anche due cantanti nel mirino dei fashion blogger

Nella seconda serata sanremese, oltre alla già discussa Luciana Littizzetto, ad incuriosire il pubblico è stata la scelta di abbigliamento di due cantanti italiani: Max Gazzè e Malika Ayane.

Malika Ayane sale per prima sul palco dell' Ariston cantando “E se poi” tra i mille applausi del pubblico. Ma se la canzone è stata apprezzata da tutti, lo è stata sicuramente meno la sua mise.
La cantante indossa un bell’abito nero che è decisamente adatto alla kermesse, almeno in apparenza vedendola arrivare, ma appena si gira ecco la sorpresa: uno spacco lungo la schiena nuda per “valorizzare” i suoi coloratissimi tatuaggi ai quali la cantante tiene moltissimo, svelandone uno ancora non terminato. Ovviamente le battute della Littizzetto si sprecano e Fazio aggiunge “Noi non abbiamo messo i fiori a Sanremo e Malika se li è portati da casa”.

Subito dopo, l'Ariston è abbastanza caldo da accogliere il cantante romano Gazzè, che si presenta sul palco intonando la sua  canzone “sotto casa” con un look che rinnova la sua persona. Smalto nero, fiore giallo all'occhiello e fascia da smoking! Una standing ovation per l'azzardo di Max. Pantaloni neri, cavallo basso e scarpe con piccole borchie argentate  a costruire un outfit che sicuramente non lo slancia ma che lo distingue sicuramente dalla kermesse scelta da tutti gli altri personaggi maschili della serata.
Il look è firmato interamente da Etro. L'unico dettaglio che stona è lo smalto nero. Banale, out e recentemente passato di moda anche nel mondo femminile. Ma Gazzè replica: "Io cavia di mia figlia".

Max Gazzè e Malika Ayane

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo, dettagli che fanno discutere: il tatuaggio di Ayane e lo smalto nero di Gazzè

Today è in caricamento