rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Sanremo 2014

Sanremo fa flop e la Rai ci rimette 6 milioni di pubblicità

La concessionaria di Viale Mazzini aveva promesso per il Festival uno share del 45 per cento e invece ci si è dovuto accontare del 40, mai così male dal 2008. Questo si traduce in una compensazione per gli investitori, che ora avranno passaggi gratuiti in tv

La Stampa e la Repubblica hanno fatto i conti in tasca al Festival e alla Rai.

Dopo le previsioni ottimistiche ed entusiastiche della vigilia, gli animi degli uomini di Rai Pubblicità si sono spenti guardando i primi dati di ascolto. Lo share è sceso sotto il 40 per cento (mai così male dal 2008 con Pippo Baudo) e gli spettatori in meno sono stati 3 milioni. Questo ha portato secondo La Stampa a un meno 28 per cento dei ricavi pubblicitari e ora la concessionaria pubblicitaria della Rai dovrà risarcire gli investitori che avevano puntato convinti su Sanremo con una compensazione di circa 6 milioni di euro con passaggi pubblicitari gratuiti.

Lo scorso anno il Festival di Fazio aveva chiuso con una media del 47 per cento di share, un successo che aveva spinto Rai Pubblicità a tenersi comunque bassa e a promettere uno share medio del 45 per cento. Così non è stato e ora viale Mazzini si prepara a pagare le conseguenze, compensando, spiega Repubblica, “gli investitori con la cessione di nuovi spazi gratuiti sulle reti Rai generando una serie di mancati incassi interamente imputabili come costi di Sanremo. E così dalla raccolta netta di 20 milioni andranno detratti 6 milioni di nuovi spot gratuiti per gli inserzionisti nel corso dell'anno che porteranno la raccolta effettiva di Sanremo a 14 milioni: 4 in meno dei 18 spesi per la manifestazione”.

Ma la maledizione di Sanremo 2014 non finisce qui. La pubblicità si vede sui risultati ottenuti nell’anno passato e quindi, quando la Rai andrà a vendere gli spazi per Sanremo 2015, lo share basso di quest’anno peserà moltissimo e potrebbe portare a un mancato incasso di circa 2 milioni di euro.

“Una contrazione che, tuttavia, l'anno prossimo verrà compensata dal risparmio della convenzione con il comune di Sanremo che passerà da 7 a 5 milioni di euro abbattendo i costi del Festival da 18 a 16 milioni di euro - conclude Repubblica - Di certo, però, quello del 2014 difficilmente sarà ricordato come il primo Festival in utile. D'altra parte già nel 2012 l'allora Commissario straordinario per Sanremo, Antonio Marano, aveva dichiarato profitti per un milione di euro, prima di essere smentito dalla Corte dei Conti che pochi giorni fa ha rilevato per il 2012 una perdita di oltre quattro milioni. Solo che per avere il consuntivo di quest'anno bisognerà aspettare il 2016”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo fa flop e la Rai ci rimette 6 milioni di pubblicità

Today è in caricamento