rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Sanremo 2018

Sanremo 2018, "Baglioni scelta azzardata": dubbi sul conduttore

Secondo i pubblicitari italiani, la decisione della Rai di affidare al cantautore romano la conduzione del Festival potrebbe essere un grande rischio sia per la kermesse che per la carriera dell'artista

La decisione della Rai di affidare a Claudio Baglioni, oltre alla direzione artistica della 68esima edizione del Festival di Sanremo, anche la conduzione, è stata una vera sorpresa. Se i vertici di Viale Mazzini hanno la massima fiducia nei confronti del cantautore romano, i pubblicitari italiani non sono dello stesso parere.

"La scelta di Claudio Baglioni alla conduzione del Festival, uno dei programmi più complessi nel panorama televisivo nazionale, mi sembra parecchio azzardata - ha fatto sapere Cesare Casiraghi, storico osservatore e commentatore di Sanremo - Innanzitutto per l'artista medesimo, icona musicale italiana che ha attraversato tre generazioni, in quanto non ha mai condotto in prima persona trasmissioni televisive. Per Baglioni condurre il Festival potrebbe certamente rappresentare un jackpot. O al contrario potrebbe giocarsi tutto. Ad ogni modo quello che ha tutto da perdere è lui". 

La scelta di Baglioni "capitano" del Festival è, secondo il pubblicitario italiano, azzardata anche per la Rai per lo stesso motivo, ovvero il ruolo inedito di conduttore che dovrà ricoprire Baglioni. "Proprio per questo – continua Cesare Casiraghi – sarebbe molto ragionevole affiancare al cantautore un vero conduttore, piuttosto che vallette o valletti. Sto pensando per esempio ad Alessandro Cattelan, che senza cannibalizzarlo potrebbe svolgere anche il ruolo di 'stampella' o di 'conduttore ombra', laddove il Claudio nazionale dovesse, come si dice in gergo, 'andare in palla'".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo 2018, "Baglioni scelta azzardata": dubbi sul conduttore

Today è in caricamento