Sabato, 27 Febbraio 2021

Sanremo, Pio e Amedeo rompono (finalmente) il ghiaccio: il monologo sui migranti

Il duo comico sdogana, tra le risate, la politica all'Ariston. E ridendo e scherzando le cantano meglio di Baglioni

Pio e Amedeo

A Sanremo finalmente si ride con Pio e Amedeo. E si è dovuto aspettare l'irriverente duo foggiano per veder rompere il ghiaccio sullo scottante tema migranti che ha sollevato polemiche ancor prima dell'inizio del Festival e che nessuno, finora, ha avuto il coraggio di affrontare, anche solo per sdrammatizzare.

Così, tra una battuta e una provocazione, Pio e Amedeo hanno prima "costretto" Baglioni ad ammettere quello che tra le righe sta dimostrando da ben due anni al Festival, preferendo ospiti italiani. Sì, "prima gli italiani" ammette il direttore artistico, poi i due comici si fanno seri e regalano una lezione di civiltà: "Le cose facili ce le stiao dimenticando. Quando eravamo piccoli un gioco era bello se si faceva insieme, facevamo un po' le guardie e un po' i ladri. Quando cresciamo invece sembra che dobbiamo per forza sceglierci un ruolo, una parte da cui stare. Noi non sappiamo chi ha ragione e chi ha torto, e nemmeno ce ne importa, ma non ci resta che augurare il meglio a chi prende le decisioni importanti e ricordargli che siamo stati tutti bambini. Noi tutti, invece che fare gli ultrà e scegliere da che parte stare, dobbiamo tifare affinché si calmino le acque".

Infine il riferimento a Claudio Baglioni, che tutto questo lo aveva anticipato nella canzone "Uomini persi", recitata sul palco dell'Ariston da Pio e Amedeo: "Anche questi cristi, caduti giù senza nome e senza croci, son stati marinai dietro gli occhiali storti e tristi. Sulle barchette coi gusci delle noci e dove sono i giorni di domani, le caramelle ciucciate nelle mani, di tutti gli uomini persi dal mondo, di tutti i cuori dispersi nel mondo". Applausi e nient'altro da aggiungere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo, Pio e Amedeo rompono (finalmente) il ghiaccio: il monologo sui migranti

Today è in caricamento