Sabato, 25 Settembre 2021
Sanremo 2019

Sanremo, Ultimo fa mea culpa: "Non sono stato in grado di gestire responsabilità"

Il cantante, secondo classificato al Festival dopo Mahmood, parla per la prima volta delle polemiche scoppiate in sala stampa: "Non rosico e non sono razzista"

Ultimo fa mea culpa. Dopo le polemiche scoppiate in sala stampa, il cantante, secondo classificato a Sanremo dopo il vincitore Mahmood, parla per la prima volta dei toni utilizzati nei confronti dei giornalisti al Festival. 
 
"Sono arrivato a questo Sanremo con delle cose fatte ma anche con due mesi in cui sentivo dire che sarei stato il vincitore - spiega Ultimo - La responsabilità con cui ho partecipato è stata molto importante". Quindi ammette: "La musica non può richiedere questo tipo di responsabilità, ne comporta altre. Non sono stato in grado di gestire questa responsabilità".

Ultimo si pente da Fiorello: in radio la "dedica" ai giornalisti dopo le polemiche a Sanremo 

Ma insomma, Ultimo, che fino all'ultimo era dato per vincitore, ha "rosicato" nel vedersi soffiare il primo posto? "Non rosico - dice oggi lui - posso assicurare che non è così. Questa è una delle prime volte in cui parlo dopo quell’ episodio. Uno può dire qualsiasi cosa sulla canzone (di votazioni non voglio più parlare), ma mi è dispiaciuto davvero della strumentalizzazione della parola “ragazzo”, riferita a Mahmood. Quella parola non aveva assolutamente una connotazione razzista. Perché se sono razzista io, lo siamo tutti. Quella è l’ unica cosa che mi fa male". 

De Santis, direttrice Rai Uno: "Giuria d'onore di Sanremo? Meglio se composta da musicisti" 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo, Ultimo fa mea culpa: "Non sono stato in grado di gestire responsabilità"

Today è in caricamento