Lunedì, 12 Aprile 2021
Tributo alle Azzurre

Sanremo 2021, Cristiana Girelli ospite all’Ariston: la carriera e le passioni dell’attaccante della Nazionale

Sul palco con Amadeus per un tributo alle Azzurre, qualificate a Euro 2022

Cristiana Girelli con la maglia della Nazionale in una foto su Instagram

Cristiana Girelli è tra gli ospiti della seconda serata di Sanremo 2021. Non è la prima volta che grandi personaggi del mondo dello sport arrivano all’Ariston e quest’anno oltre a Ibrahimovic si è dato spazio per quanto riguarda il calcio anche a una realtà ormai sempre più consolidata, quella del calcio femminile. Cristina Girelli, attaccante della Juventus e della Nazionale italiana, sarà all’Ariston per celebrare proprio la Nazionale femminile, che di recente ha conquistato la qualificazione al prossimo Campionato Europeo del 2022.

Sanremo, la scaletta della seconda serata: ospiti e cantanti in ordine di esibizione 

Chi è Cristiana Girelli, attaccante della Juventus e della Nazionale

Nata a Gavaro (Brescia) nel 1990, Cristiana Girelli ha mosso i primi passi al Bardolino Verona, con cui ha vinto quattro Scudetti, tre Supercoppe italiane e tre Coppe Italia, segnando in totale circa sessanta. Nel 2013 passa al Brescia, dove resta per cinque anni e vince un altro Scudetto, due Coppe Italia e quattro Supercoppe. La stagione 2018-2019 la vede indossare per la prima volta la maglia della Juventus, anche qui vincendo molto: altri due Scudetti, una coppa Italia e due Supercoppe italiane.  Con il successo nell'edizione 2020, il nono a livello personale, diventa la calciatrice più titolata nella storia della manifestazione. A Torino inoltre fa suo per la prima volta il titolo di capocannoniere del campionato nell'edizione 2019-2020. Nella sua carriera in serie A ha segnato 212 reti in 323 presenze.

Il 6 marzo 2013 l’esordio di Cristiana Girelli tra le Azzurre al Torneo di Cipro. Con la Nazionale ha totalizzato 78 presenze e 43 reti. Nella gara contro la Giamaica al Mondiale di Francia ha segnato tre gol entrando nell’esclusivo club dei calciatori che hanno realizzato una tripletta al Mondiale. Ha giocato tutte e 10 le partite di qualificazione al prossimo Europeo. È la miglior marcatrice italiana nelle qualificazioni appena concluse: 9 reti in 10 presenze. Con il gol contro Israele, è diventata una delle sette giocatrici che hanno realizzato almeno nove gol nelle qualificazioni a Euro2022, l'unica italiana.

cristiana girelli-2

Cristina Girelli, una vita privata riservatissima

Gelosa della sua privacy, di Cristiana Girelli fuori dal campo si sa pochissimo. Il sito della Figc scrive che ama leggere e tra i suoi autori preferiti ci sono Margaret Mazzantini e Massimo Gramellini. Ascolta molto la musica italiana, in particolare Laura Pausini, ospite anche lei sul palco dell’Ariston per la seconda serata di Sanremo.

Per quanto riguarda lo sport, il suo idolo è Del Piero e sul braccio ha tatuato il numero 10. Il suo hobby preferito è cucinare e le piace tenere un diario in cui scrive le sue riflessioni. La frase a cui è maggiormente legata, e che è dedicata alla sua nipotina Chicca, è: “Dopo la tempesta c’è sempre il sole. Tu sei il mio sole”.

Cristina Girelli a Sanremo 2021

Su Instagram, dove ha un seguito di 170mila follower, Cristiana Girelli ha documentato le ore precedenti al sua ingresso all’Ariston stasera, dal viaggio in macchina fino alla passeggiata (con mascherina d’ordinanza) per le strade della città di fiori, per andare a vedere da fuori l’ingresso del teatro Ariston.

“Ovviamente, visto che me lo avete chiesto in tanti, non canterò. Le mie doti canori non me lo permettono. Anche perché sennò muore la musica italiana, ragazzi, ve lo dico”, ha scherzato Cristiana Girelli in una serie di Instagram Stories

Cristina Girelli: “Il calcio è sempre stata la mia vita”

In una recente intervista a Juventus Tv, Cristiana Girelli ha raccontato la sua passione per il calcio. Ho sempre voluto giocare a calcio. Quando tornavo a casa non vedevo l’ora di andarmi ad allenare. Quando a 14 anni mi chiamò un dirigente del Verona, io dissi ai miei genitori che non volevo andare a giocare con le femmine. Furono loro a dirmi che il treno passava solo una volta. Io dopo un anno ancora coi maschietti sono andata a giocare lì. La mia famiglia mi ha aiutato, anche se nasceva tutto da me”. 

A Rivista Undici, Cristina Girelli ha parlato anche di cosa significa essere un modello per tante bambine e ragazze che come lei vorrebbero giocare a calcio. “Quando ti dicono ‘vogliono essere come te’ prima ti domandi ‘ma cos’ho fatto di speciale?’, e poi pensi è uno stimolo in più per diventare un punto di riferimento per tutte quelle bambine che iniziano oggi a giocare. Prima tante mamme mandavano le figlie a danza, adesso anche a giocare a calcio, è una cosa stupenda. Io non riesco a vedermi come un ‘idolo’, forse perché non ne ho mai avuti di miei, almeno non donne”. 

Il calcio è uno sport da maschi? Come e quanto la Nazionale Femminile sta ribaltando gli stereotipi

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo 2021, Cristiana Girelli ospite all’Ariston: la carriera e le passioni dell’attaccante della Nazionale

Today è in caricamento