Giovedì, 25 Febbraio 2021

“A Sanremo 2021 non ci saranno né pubblico pagante né su inviti”

Lo ribadiscono il prefetto di Imperia e il sindaco della città dei fiori teatro della kermesse musicale. “È il dpcm che lo dice”, spiega il primo cittadino Alberto Biancheri

Con ogni probabilità il Festival di Sanremo 2021 non potrà essere un evento pubblico o con spettatori neanche in aree all'aperto, considerati l'emergenza covid, i divieti di assembramento e le norme in vigore previste dall'attuale Dpcm valido fino al 5 marzo. 

È quanto emerso oggi durante un incontro durato circa un’ora tra il prefetto di Imperia Alberto Intini e alcuni delegati Rai, che hanno presentato a prefettura e forze dell’ordine un programma di massima sulle modalità di svolgimento della prossima kermesse, prevista per i primi di marzo, come spiega l’Adrnkronos. La Rai pochi giorni fa ha confermato le date della prossima edizione della kermesse, in programma dal 2 al 6 marzo

È ancora presto per dare dettagli organizzativi definitivi e quella del prossimo Festival è ancora un'organizzazione in itinere, quindi, ricorda l’agenzia, qualunque ipotesi è al momento rinviata ad una valutazione più ampia della situazione legata alla pandemia. Nei prossimi giorni seguiranno altri incontri legati alla sicurezza, per definire il programma nel dettaglio, anche alla presenza degli enti locali.

Il sindaco di Sanremo: "Non ci saranno né pubblico pagante né inviti"

Il sindaco di Sanremo Alberto Bianchieri ha dichiarato all’Adnkronos: "A Sanremo 2021 non ci sarà né pubblico pagante né inviti, come d'altronde ha già ribadito il prefetto Intini ed è scritto nel dpcm. Nei prossimi giorni ho un incontro proprio col prefetto, col questore e il dirigente sanitario, per valutare il protocollo sanitario che è stato presentato dalla Rai circa la gestione della sicurezza sanitaria del festival di Sanremo. Valuteremo tutte le proposte della Rai con molta attenzione".

"La presenza del pubblico pagante è ovviamente esclusa in partenza, è il dpcm che lo dice e infatti per questa edizione non è mai stato proposto dalla Rai. D'altronde non ho mai sentito parlare nemmeno di invitati", ha sottolineato poi Biancheri.

La Rai, a quanto apprende l'Adnkronos, si atterrà alle disposizioni delle autorità competenti riguardo ad ogni decisione relativa alla sicurezza per il prossimo Festival di Sanremo. Al momento, non potendoci essere il pubblico in sala all'Ariston considerato quanto stabilito dal prefetto di Imperia, si starebbe valutando, sempre se autorizzati, di utilizzare dei figuranti contrattualizzati visto che l'Ariston è equiparato ad uno studio televisivo.

"Per il Festival di Sanremo a decidere siano le autorità competenti in materia di sicurezza in accordo con i vertici Rai senza alcuna interferenza da parte di agenti e conduttori ed evitando ipotetiche bolle sanitarie galleggianti al largo delle coste liguri. Anche il più piccolo errore sarebbe imperdonabile”, è il commento del consigliere Rai, Riccardo Laganà, rilasciato all’Adnkronos. “È quanto mai necessario in una circostanza come questa che il consiglio di amministrazione sia costantemente informato rispetto a tutte le decisioni che verranno prese di volta in volta sul Festival di Sanremo”. 

Sanremo 2021: cantanti, canzoni, ospiti, date e tutto quello che c'è da sapere 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“A Sanremo 2021 non ci saranno né pubblico pagante né su inviti”

Today è in caricamento