rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
dietro lo show

La sarta di Drusilla Foer: "A Sanremo con abiti di pregio. Ha grande stile, perciò è facile vestirla"

Intervista a Rina Milano, sarta fiorentina che ha realizzato per la co-conduttrice due degli abiti che sfoggerà sul palco dell’Ariston mercoledì 5 febbraio

Pensava di essere “una semplice anziana valletta” e invece si è ritrovata conduttrice accanto ad Amadeus al Festival di Sanremo Drusilla Foer, personaggio nato dalla fantasia dell’attore fiorentino Gianluca Gori, protagonista della terza serata della kermesse. Già icona di stile per quanti hanno avuto modo di conoscerla grazie a programmi televisivi e spettacoli teatrali, adesso l’attrice suscita la curiosità anche di quanti si approcciano con questa occasione all’importante presenza scenica, centrale in un evento che rileva tanto per la musica, quanto per i look di chi calca il palco più importante dello spettacolo italiano

E proprio in fatto di abiti indossati sul palco dell’Ariston, Drusilla Foer ha alimentato un certo interesse dichiarando che indosserà tre abiti già messi in precedenti occasioni e due realizzati dalla sua sarta di fiducia, Rina Milano, che a Today ha raccontato qualcosa di più sullo stile della sua cliente d’eccezione alla vigilia del debutto.

Drusilla Foer ha parlato di lei come della “sua sarta di Firenze” che già in precedenti occasioni ha realizzato per lei i suoi abiti. Immaginiamo conosca bene il personaggio e i suoi gusti in fatto di moda: cos’è l’eleganza per Drusilla Foer?

"Per Drusilla eleganza è ripetere forme che le piacciono. Non è la ricerca del nuovo a tutti i costi. Ama gli abiti di tradizione. Lei sa bene quello che vuole, la sua è un’eleganza innata. Sa come vestirsi e per una sarta è facile seguirla. Ha buon gusto"

Come vi siete conosciute?

"Circa un anno e mezzo fa. È passata una volta in atelier con due clienti. Le sono piaciuti i miei abiti perché hanno una memoria, una storia"

“Mi farò fare un paio di vestitini un po' così e per il resto indosserò quelli che già ho” ha anticipato alla vigilia del debutto all’Ariston. Quel “paio di vestitini” arrivano del suo atelier: cosa dobbiamo aspettarci da quel “un po’ così”? 

"Sono due abiti di linea classica ma con tessuti eccezionali, di grande pregio. Siamo state molto attente ai volumi adattati su di lei… Ma non posso svelare nulla di più"

Ci dice cosa non può mancare mai addosso a Drusilla e cosa, invece, non potrebbe mai indossare?

"Ama i vestiti scivolati, senza particolari tagli. Non la vedo con abiti di pizzo, pieni di dettagli: non credo che li ami. Drusilla vuole facilità nei movimenti, nei vestiti lei ci vuole stare bene. L’abito la deve completare, deve valorizzare la sua personalità" 

Drusilla Foer è un personaggio interpretato da Gianluca Gori, un uomo che ha fatto dello stile e dei costumi di una donna elegantissima il suo alter ego sulle scene. Quanto c’è di Gianluca e quanto di Drusilla nella scelta del look?

"Gianluca adora Drusilla, la ama moltissimo. Drusilla rappresenta l’eleganza che fa piacere agli occhi. È facile fare abiti di sartoria per chi ha uno stile suo: basta riconoscerlo ed è fatta. Ecco, Drusilla quello stile ce l’ha. Diciamo che lei veste “la sera” di Gianluca. Lui, di giorno veste sportivo ma elegante. Lo ricordo quest’estate con un abito di lino color écru, un bellissimo signore dai capelli bianchi, molto curato… Gianluca stesso ha uno stile, lui e Drusilla si compensano. Ed è un uomo anche divertente. A Natale, per esempio, ha indossato un giubbotto rosso e nero abbinato a una camicia scozzese rossa... Si vede che la moda lo diverte".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sarta di Drusilla Foer: "A Sanremo con abiti di pregio. Ha grande stile, perciò è facile vestirla"

Today è in caricamento