rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Sanremo 2022

Polemica su voto e Littizzetto: la Rai vuole spostare Sanremo

Dopo le critiche seguite all'intervento della Littizzetto a "Che tempo che fa" e la possibile coincidenza con l'election day, la Rai sta pensando di spostare il Festival o di chiudere alla satira politica, per rispettare gli obblighi della par condicio

In attesa che venga definita la data dell'election day (il 17 e 18 febbraio oppure il 24 e 25 dello stesso mese), il Festival di Sanremo potrebbe slittare.

La Rai deve assolvere agli obblighi informativi di legge legati alla par condicio ma la polemica scoppiata dopo il monologo di Littizzetto a "Che tempo che fa" pare stia preoccupando non poco viale Mazzini, visto che sul palco dell'Ariston ci sarà proprio Luciana Littizzetto a fianco di Fabio Fazio.

La tv di Stato, per legge, deve garantire gli impegni che la legge impone al servizio pubblico, in termini di copertura informativa e tribune elettorali, e l'accavallarsi con lo svolgimento di Sanremo potrebbe impedire a Rai1 di svolgere la sua funzione di informazione sul voto, soprattutto se il Festival si svolgesse il 17 e 18 febbraio.

La Rai sta valutando di spostare il festival all'ultima settimana di febbraio o alla prima di marzo, ma si pensa anche all'ipotesi, qualora si votasse il 24 e 25 febbraio, di lasciare la data originaria ma vietando completamente la satira politica, in virtù della par condicio e della Vigilanza. 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica su voto e Littizzetto: la Rai vuole spostare Sanremo

Today è in caricamento