rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Sanremo 2023

Sanremo, Laura Boldrini sul cachet della Ferragni in beneficenza: "Punto di riferimento per i giovani"

L'imprenditrice digitale, co-conduttrice del Festival, ha deciso di devolvere l'intero compenso alla rete nazionale antiviolenza

A tre settimane dall'inizio del Festival di Sanremo, Chiara Ferragni fa già la sua parte più importante. L'imprenditrice digitale, che sarà sul palco dell'Ariston come co-conduttrice nella prima e ultima serata, ha fatto sapere oggi che devolverà l'intero compenso alla rete nazionale antiviolenza D.I.Re., donne in rete contro la violenza. 

Un gesto benefico che davanti ai suoi 28 milioni di follower la rende "una testimonial che può fare la differenza". Queste le parole dell'ex presidente della Camera Laura Boldrini, da sempre attenta alle tematiche femminili: "Con questo gesto - fa sapere all'Adnkronos - la Ferragni diventa parte attiva di una battaglia giustissima fatta da tante donne a sostegno di altre donne che però, per emergere e per fare arrivare messaggi positivi, ha bisogno di qualcuno che abbia un peso mediatico. Persone che hanno una grande visibilità come la Ferragni - continua - possono sicuramente fare la differenza perché con i loro milioni di follower rappresentano un punto di riferimento per le nuove generazioni. Il messaggio positivo diventa ancora più forte quando si sceglie anche di devolvere risorse a strutture e associazioni serie e qualificate che ne fanno buon uso, come in questo caso. Sul tema della violenza sulle donne c'è ancora molto da fare a livello culturale - spiega l'ex presidente della Camera - noi possiamo fare sicuramente leggi migliori ma ad oggi di leggi ce ne sono già tante. Purtroppo però ogni tre giorni una donna viene uccisa per mano di chi dovrebbe amarla".

Le leggi purtroppo non bastano: "Continuano ad esserci gli abusi, le molestie e le donne continuano ad essere maltrattate e screditate - prosegue Laura Boldrini - Il fattore culturale dipende anche dal fatto che questo tema si diffonda e raggiunga il più alto numero di persone possibile. Noi abbiamo migliaia di operatrici, di professioniste, avvocate, donne delle forze dell'ordine, dei centri antiviolenza e delle case rifugio che si occupano di questo tema - sottolinea - ma purtroppo questo non emerge mai. È quindi molto importante che figure note come la Ferragni si facciano parte attiva in questa battaglia". Da lei dovrebbero prendere esempio in molti, conclude Laura Boldrini: "C'è bisogno, per riuscire a sensibilizzare la gente su un tema così importante, che ci sia qualcuno che faccia da traino. La Ferragni grazie ai suoi milioni di follower può esere molto utile perché può far arrivare a migliaia di giovani messaggi positivi come condannare ogni forma di violenza contro le donne, non giustificare gli uomini che lo fanno e aiutare le vittime a uscire da questo tunnel di violenza e rifarsi una vita attraverso l’aiuto dei centri antiviolenza".

Sanremo, polemica per il presunto cachet di Chiara Ferragni: interviene Francesco Facchinetti

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanremo, Laura Boldrini sul cachet della Ferragni in beneficenza: "Punto di riferimento per i giovani"

Today è in caricamento