rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
La recensione

And Just Like That: arriva la svolta omosessuale di Miranda (e il nuovo amore di Carrie)

La recensione del quinto episodio del revival di Sex and the City

L'avevamo capito già da qualche puntata ma mancava l'esplicitazione effettiva. Siamo giunti al quinto episodio di And Just Like That e la svolta omosessuale di Miranda è arrivata. Il revival di Sex and the City continua a raccontare le evoluzioni nella vita di Carrie, Charlotte e Miranda nei loro cinquant'anni e sembra proprio che ognuna di queste donne si trovi in un momento di grande svolta. Carrie ha perso il suo grande amore Big morto di infarto mentre andava in cyclette e ora, sola con se stessa, si ritrova a vivere gli acciacchi della vecchiaia, Charlotte non ha perso nessuno ma si ritrova a dover fare i conti con il cambio sessuale di sua figlia Rose che non si sente una ragazza e ha deciso di farsi chiamare da tutti Rock e Miranda è quella che forse sta vivendo la trasformazione più profonda di tutti dichiarando di essere infelice nel suo matrimonio e nella sua vita e lasciandosi andare in un rapporto omosessuale con il nuovo capo di Carrie, Che Diaz (Sara Ramirez). Che dire, una Sex and the City più incasinata di sempre! 

Ancora una volta, però, è Carrie a dimostrarsi il personaggio meno positivo e meno evoluto della serie. Nonostante sia il volto protagonista di And Just Like That, così come di Sex and the City, la Bradshaw pecca di un'immaturità che quasi indispettisce. In questo episodio si ritrova a dover subire un intervento all'anca e, avendo bisogno di assistenza si rivolgerà alle sue amiche ma sembra quasi che lei pretenda che qualcuno sia lì da lei per aiutarla in ogni cosa, sembra le sia tutto dovuto senza fare niente per dare anche lei una mano alle sue amiche, anche psicologica. Questo comportamento "da ragazzina" di Carrie è evidente nella scena cruciale di questo episodio quando lei si ritrova ad assistere alla scena d'amore tra Miranda e Che e, invece che capire lo stato d'animo della sua amica, la sgrida perché non era pronta a correre da lei per accompagnarla a fare la pipì. 

Oltre a Carrie e Miranda, un altro personaggio che subisce un colpo grosso è Charlotte che, insieme a suo marito Harry si ritrova a dover affrontare la trasformazione sessuale della figlia Rose che a 13 anni si è resa conto di non sentirsi una ragazza e di volersi far chiamare Rock. Un cambiamento non facile da accettare, soprattutto per una conservatrice come Charlotte che, però, è proprio in questi momenti che tira fuori il carattere dimostrandosi una donna molto coraggiosa e in grado di uscire dagli schemi.

E poi c'è il grande ritorno (via messaggio) di Samantha Jones che torna protagonista di uno scambio di messaggi con Carrie e ci fa tornare la nostalgia del vecchio Sex and the City di cui viene ricordata una scena iconica di quando lei ha tirato fuori da Carrie la spirale incastrata (come dimenticarlo!). 

Un altra novità di questo episodio è che viene mostrato per la prima volta quello che (siamo quasi certi) sarà il nuovo amore di Carrie, il giovane fisioterapista bello e aitante...sarà davvero così? Staremo a vedere!

Leggi la recensione dell'episodio 1 di And Just Like That

Leggi la recensione dell'episodio 2 di And Just Like That

Leggi la recensione dell'episodio 3 di And Just Like That

Leggi la recensione dell'episodio 4 di And Just Like That

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

And Just Like That: arriva la svolta omosessuale di Miranda (e il nuovo amore di Carrie)

Today è in caricamento