Domenica, 28 Febbraio 2021
Sky Arte / Italia

Carlo Lucarelli torna in tv con una serie sui segreti delle fiabe

"In compagnia del lupo - Il cuore nero delle fiabe" andrà in onda su Sky Arte da lunedì 15 febbraio. Ognuna delle otto puntate sarà anticipata da un podcast distribuito su Spreaker

Carlo Lucarelli (Credits Sky Arte)

A partire da lunedì 15 febbraio, alle ore 21.15, Sky Arte presenta la nuova produzione originale realizzata da TIWI e condotta da Carlo Lucarelli, "In compagnia del lupo. Il cuore nero delle fiabe".

Per otto appuntamenti Lucarelli condurrà il pubblico alla riscoperta delle fiabe del “c’era una volta” svelando, con l’accompagnamento di illustrazioni animate, i risvolti insoliti, avventurosi, talvolta terribili e spaventosi che si celano al loro interno, nella vita dei loro autori, nei fatti di cronaca che le hanno ispirate, nei costumi delle epoche in cui sono nate. In compagnia del lupo. Il cuore nero delle fiabe è anche il primo podcast di Sky Arte: 8 episodi realizzati in collaborazione con Carlo Lucarelli. Ogni puntata della serie sarà infatti preceduta dalla pubblicazione di un podcast con contenuti originali, disponibili ogni venerdì a partire dal 12 febbraio sul sito di Sky Arte e sulle principali piattaforme gratuite di streaming. Il podcast sarà distribuito da Spreaker, prima piattaforma in Italia per la creazione, distribuzione e monetizzazione di podcast. «Da scrittore di noir ho sempre ammirato il lato horror delle fiabe - racconta Lucarelli - una concezione un po’ terroristica di una certa pedagogia le riempiva di mostri e fattacci di sangue che hanno sempre fatto fare un salto sulla sedia a tutti i bambini. Dentro però, c’è molto di più. Oltre a personaggi bellissimi e una tecnica narrativa sempre efficace, nelle fiabe c’è la capacità di raccontare il contesto storico in cui sono nate, con le sue problematiche e le sue contraddizioni, attuali adesso come allora. Uno specchio dei tempi e del cuore umano. Come un noir, appunto».

In_compagnia_del_lupo_Peter Pan-2

Se dietro a Cappuccetto Rosso si nasconde l’ossessione seicentesca per la licantropia, in Peter Pan si ritrova il fenomeno delle frequenti morti premature dei bambini nell’Ottocento e il protagonista è un malinconico angelo della morte. Ci sono fiabe che nascondono personaggi molto più forti e valorosi di quanto li abbiamo sempre immaginati, come quelle dei fratelli Grimm, in cui le protagoniste sono bambine coraggiose che combattono per cambiare il loro destino. Ci sono personaggi, poi, che diventano veri e propri archetipi: ad esempio Barbablù, l’uomo che nella fiaba uccide una dopo l’altra le mogli disobbedienti e che si ispira alla vita di Gilles de Rais, il serial killer vissuto in Francia nel 1400. Infine, in alcuni casi è la vita stessa degli autori che entra nelle fiabe, come per Hans Christian Andersen, il cui tormento, gli sbalzi di umore e il bisogno di approvazione lo portano a scrivere storie tristi con risvolti angoscianti, come La piccola fiammiferaia e Il brutto anatroccolo. Mai avremmo immaginato da bambini che nelle fiabe, oltre al lupo, agli orchi e alle streghe, potesse esserci qualcosa di ancora più pauroso e inquietante. E invece c'era, anche se rimaneva nascosto: la realtà. In compagnia del lupo. Il cuore nero delle fiabe conduce lo spettatore in un mondo che credeva di conoscere e, svelando gli aspetti non noti di tutte quelle storie che hanno accompagnato gli anni della sua infanzia, lo immerge in un’atmosfera magica e inquietante e lo porta a scoprire che forse no, il cattivo non era solo il lupo.

Le otto puntate

Episodio 1: Cappuccetto Rosso e i Lupi Mannari, 15 febbraio 2021, dalle 21.15
Ospite: Rosa Tiziana Bruno, sociologa, formatrice e scrittrice
Sinossi: È la primavera del 1598, quando, in un bosco della regione francese della Jura, due fratellini vengono aggrediti da una creatura apparentemente simile a un lupo, ma che si rivela in realtà essere una ragazza di nome Pernette Gandillon, che crede di essere un lupo mannaro. A crederci è anche il giudice che la condanna al rogo, accusata di licantropia. Quasi cento anni dopo Charles Perrault pubblica la prima versione di Cappuccetto Rosso e tra le sue fonti di ispirazione, insieme a una vasta tradizione di storie orali, ci sono anche episodi di cronaca come quello di Pernette. Durante tutto il ‘600 la caccia ai licantropi e alle streghe ha fatto migliaia di vittime, basti pensare che il giudice che ha condannato Pernette ha mandato a morte oltre 600 “licantropi”.

Episodio 2: Il Piccolo Principe, Una Misteriosa Scomparsa
Ospite: Alessandro Soldati, aviatore e scrittore
Sinossi: È il 31 luglio 1944 quando Antoine de Saint-Exupéry, pilota e scrittore, parte per una ricognizione aerea e sparisce nel nulla, facendo la stessa fine del suo personaggio più amato, il Piccolo Principe. Molti anni prima aveva avuto un altro grave incidente aereo, era precipitato nel deserto libico ed era rimasto solo e stremato in mezzo alle dune finché non era stato salvato da una carovana di nomadi. E forse era proprio in mezzo alle dune che aveva incontrato per la prima volta il Piccolo Principe. Le teorie sulla sua morte si sono susseguite nel tempo, la verità però verrà fuori solo molti anni dopo la sua scomparsa. Nell’aprile del 2008 Horst Rippert, un ex pilota della Luftwaffe, dichiarerà di essere lui l’uomo che ha ucciso Antoine de Saint-Exupéry, il Piccolo Principe.

Episodio 3: Barbablù Anzi Gilles De Rais, 22 febbraio dalle 21.15
Ospite: Massimo Picozzi, psichiatra e scrittore
Sinossi: Mercoledì 26 ottobre 1440, Gilles de Rais, eroe nazionale, compagno d’armi di Giovanna d'Arco e maresciallo di Francia, viene condotto al patibolo. L'accusa è quella di aver ucciso centinaia di ragazzi molto giovani, il più delle volte dopo aver abusato di loro. Tutti lo chiamano Barbablù. Nei duecento anni successivi, la storia di Gilles de Rais si fonde con le ballate bretoni e con i racconti popolari che parlano di uomini cattivi, orchi che uccidono senza pietà per un tornaconto personale. Il mostro identificato per la sua barba blu diventa il protagonista di una delle storie di Charles Perrault, che alla corte del Re Sole, Luigi XIV, raccoglie e riscrive le storie della tradizione orale francese. Il Barbablù di Perrault è un uomo ricco e crudele che uccide tutte le sue mogli: niente a che vedere con i delitti di Gilles de Rais, di cui sopravvivono però il colore della barba e la sua efferatezza.

Episodio 4: La Bella E Pedro La Bestia, 1 marzo 2021 dalle 21.15
Ospite: Duccio Canestrini, antropologo
Sinossi: Nel 1547 un gruppo di corsari francesi porta in dono al re Enrico II un bambino di dieci anni, completamente ricoperto di peli, su tutto il corpo e sul volto. Il bambino si chiama Pedro, e il re, che all’inizio lo tratta come uno dei suoi cani da compagnia, scopre presto che è dotato di un’intelligenza brillante, così lo fa studiare e lo tiene con sé. A 36 anni a Pedro viene data in sposa la bellissima figlia di una domestica di Caterina de’ Medici. La ragazza, la prima volta che se lo trova davanti, sviene per la paura. In molti sono convinti che la regina con questo matrimonio abbia voluto ricreare la favola della Bella e la Bestia. Anche qui, infatti, la bellissima Belle si trova davanti un mostro ricoperto di peli che piano piano, però, la farà innamorare. Ma quella di Pedro Gonsalvus non è una fiaba e lui non si trasformerà in un principe.

Episodio 5: I Fratelli Grimm E Le Bambine Coraggiose, 8 marzo 2021 dalle 21.15
Ospite: Simona Vinci, scrittrice
Sinossi: Quando Jacob e Wilhelm Grimm restano orfani di entrambi i genitori, è la loro unica sorella, Charlotte, a prendersi cura di loro e degli altri tre fratellini. Charlotte, però, non accetta volentieri questo ruolo e passa la maggior parte del suo tempo nella casa delle sorelle Wild, che hanno organizzato un circolo di lettura. È qui che i due fratelli Grimm ascoltano per la prima volta le storie che raccoglieranno nella loro antologia Le fiabe del focolare. Storie raccontate da donne, in cui ragazze e bambine prendono in mano la loro vita e fanno scelte coraggiose. Come Biancaneve, che a soli sette anni chiede al cacciatore di lasciarla viva e si avventura nel bosco, o come Cenerentola, che si reca a un ballo al quale non è stata neppure invitata con l’intenzione di cambiare il proprio destino. Storie di ragazze valorose, che i due fratelli hanno reso immortali.

Episodio 6: Peter Pan, L'Angelo Della Morte, 15 marzo 2021 dalle 21.15
Ospite: Simona Vinci, scrittrice
Sinossi: Quando James Matthew Barrie, l’autore di Peter Pan, ha solo sette anni, suo fratello maggiore David, il preferito della madre, muore in un incidente. Da quel momento James farà di tutto per prendere il posto di suo fratello e, proprio come Peter Pan, smetterà di crescere. Molti anni dopo, nei giardini di Kensington incontrerà i fratellini Davies e diventerà per loro un compagno di giochi. Barrie è adulto ma il suo corpo e la sua voce sono quelli di un adolescente. Dall’incontro con i piccoli Davies nasceranno le storie di Peter Pan. Barrie descrive Peter come un bambino dolcissimo e senza cuore, un mezzo e mezzo, che traghetta i bambini perduti verso un posto migliore, l’Isola che non c’è. Peter è un piccolo angelo della morte, per questo in lui c’è qualcosa di diabolico e stravagante, proprio come nel suo autore.

Episodio 7: Andersen, Il Brutto Anatroccolo, 22 marzo 2021 dalle 21.15
Ospite: Barbara Baraldi, scrittrice
Sinossi: A Odense, una cittadina della Danimarca, vive un bambino con i genitori molto poveri. Il padre ama la musica e la letteratura e cerca di offrire al piccolo continui stimoli. La strega del paese fa una profezia alla madre: "Un giorno Odense si illuminerà a festa per ricevere tuo figlio". Le cose però non sembrano andare così. Nella solitudine e nel dolore, il ragazzo inizia a scrivere e dalla sua penna escono tantissime storie. Tra queste c’è anche quella di un cucciolo di anatra diverso da tutti gli altri che viene emarginato, lasciato solo, non capito. Quel brutto anatroccolo è proprio lui e anche quella sembra una storia destinata a finire male. Il brutto anatroccolo però si trasforma poi nel più meraviglioso dei cigni e il suo autore diventa famoso e riceve molte onorificenze, proprio come aveva predetto la vecchia strega a sua madre. Quel bambino è Hans Christian Andersen.

Episodio 8: Hansel E Gretel, La Vera Storia, 29 marzo 2021 dalle 21.15
Ospite: Duccio Canestrini, antropologo
Sinossi: Sulle colline della Baviera durante la Seconda Guerra Mondiale, Georg Osseg scova nel bosco una casa di pietra. Nella bocca del forno che vede dalla finestra, scopre con orrore che si trova un corpo carbonizzato. Alcuni anni dopo, Georg viene a sapere che vicino ad Aschaffenburg c’è un bosco che la gente del posto chiama il “bosco della strega” dove, ai tempi della guerra dei trent’anni, viveva Katharina Schraderin una pasticcera che aveva subito un processo per stregoneria. Dalle sue ricerche scopre la storia di Hans e Grete Metzler, non due bambini ma due fratelli adulti, anche loro pasticceri, che volevano appropriarsi della sua ricetta del panpepato e l’avevano denunciata per stregoneria. Katharina era stata però stata rilasciata e i due fratelli erano andati nella casa nel bosco, l’avevano uccisa e avevano nascosto il cadavere nella bocca di un forno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carlo Lucarelli torna in tv con una serie sui segreti delle fiabe

Today è in caricamento