rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
La casa di carta 5

"Berlino" commenta La Casa di Carta a un passo dal finale. «Il suo successo è l'amoralità dei personaggi»

L'attore spagnolo dice la sua sul motivo, secondo lui, del grande consenso internazionale della serie tv Netflix

"Una tempesta perfetta" la definisce Pedro Alonso che tutti conosciamo con il nome di Berlino. Stiamo parlando de La casa di carta, la serie spagnola diventata un colosso internazionale che tra pochi giorni chiuderà la sua storia una volta per tutte con la pubblicazione della seconda parte della quinta stagione. Ma cosa si nasconde dietro il successo de La casa di carta, a oggi una delle serie non in lingua inglese più viste di Netflix? Se, finora, ognuno si è fatto la sua idea sul perché la banda del Professore ha saputo fare breccia nel cuore del pubblico di tutto il mondo, oggi, a dire la sua sul successo della serie che l'ha reso famoso è lo stesso Berlino in un'intervista per l'Ansa. 

Anche se il suo personaggio è uscito definitivamente dalla trama del gran finale di serie, pur tornando in vari flashback, Pedro Alonso è rimasto nel cuore dei numerosi fan de La casa di carta con un ruolo che, seppur inizialmente "antipatico" ha fatto un'evoluzione interpersonale tale da renderlo uno dei migliori (se non il migliore) dell'intero cast della serie. 

Perché la casa di carta ha avuto successo secondo "Berlino"? Semplice, "una serie di variabili che si sono allineate in un qualche modo e hanno creato la tempesta perfetta". Accade così, a volte, ed è un puro caso, una fatalità, un insieme di eventi fortuiti che cadono proprio dove devono cadere e nel momento giusto per innescare la miccia del successo. Ovviamente non basta la tempistica se non si ha anche tra le mano un prodotto ben fatto. 

"Quando ha fatto il suo debutto in Spagna - commenta Bertlino - questa serie era stata pensata per un target specifico ma adesso il suo dominio si è allargato a tal punto da essere diventata una serie molto più a largo respiro. Con le stagioni successive la serie ha mantenuto il suo spirito latino arricchendolo con uno stile molto più "americano"e poi a colpire davvero il cuore del pubblico è stata l'iconografia pop messa in scena da Bella Ciao alle tute rosse dei ladri, fino a passare sulle maschere di Salvador Dalì. 

L'amoralità dei personaggi ha fatto la fortuna de La casa di carta

Tra gli elementi che, secondo Berlino, hanno reso grande ed empatica questa serie c'è "l'amoralità dei personaggi". "Bene e male - sottolinea Berlino - sono due elementi del mondo reale e noi li abbiamo riportati nella serie con la stessa onestà con cui fanno parte della vita senza alcun tipo di giudizio morale". È una questione di naturalezza, di sfumature di grigio perché la vita non può essere mostrata solo in due tonalità ma c'è una poliedricità di dettagli caratteriali, anche contrastanti, che se messi sul piccolo schermo diventano uno specchio nel quale ritrovare se stessi con anche i propri difetti. 

"Berlino è il più odiato de La casa di carta perché è il più vero. Gli altri sono supereroi, lui è umano", rivela apertamente Pedro Alonso e forse è lo stesso motivo per cui è diventato il personaggio a cui ci si è affezionati di più. 

La casa di carta 5 volume 2: cosa accadrà?

Come saranno gli episodi del gran finale de La casa di carta? Pedro Alonso ci anticipa che ci verranno mostrate varie "peripezie emotive" dei personaggi dove saranno date risposte a domande lasciate aperte nella prima parte della quinta stagione. Sarà quell'ultimo tassello di un puzzle che verrà messo al suo posto per completare il disegno e siamo sicuri che la figura finale che vedremo davanti ai nostri occhi sarà meravigliosa. 

Quando esce La casa di carta 5, volume 2 su Netflix

Gli ultimi cinque episodi del gran finale de La casa di carta saranno disponibili sul catalogo della piattaforma di streaming a partire dal 3 dicembre in tutti i Paesi in cui è attivo il servizio. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Berlino" commenta La Casa di Carta a un passo dal finale. «Il suo successo è l'amoralità dei personaggi»

Today è in caricamento