Martedì, 11 Maggio 2021
Consigli streaming

Conan di Miyazaki su Prime Video: il cartone è invecchiato con i suoi spettatori ma resta un capolavoro

Il classico da non perdere

Conan il ragazzo del futuro, disponibile in streaming su Prime Video

Dal 1° aprile su Amazon Prime Video è disponibile Conan il ragazzo del futuro (link diretto a Prime), serie anime del 1978 ideata e diretta dal maestro giapponese Hayao Miyazaki. La sua uscita in streaming è passata inosservata al grande pubblico, forse perché lo stesso giorno Amazon ha rilasciato il fenomeno del momento, LOL: chi ride è fuori, ma Conan di Miyazaki è un capolavoro assoluto che merita di essere (ri)visto da tutti.

O meglio, forse non proprio da tutti. In particolare, il target forse meno adatto per la visione di Conan il ragazzo del futuro è proprio quello a cui puntavano di più Miyazaki e tutta la casa di produzione Nippon Animation 43 anni fa, e cioè i bambini. Il perché di questa considerazione lo spieghiamo più avanti, prima però riassumiamo le cose da sapere su Conan, la trama, i personaggi, e il libro da cui Miyazaki si ispirò per creare quello che, a decenni di distanza, resta in ogni caso un vero capolavoro. 

Ad aprile su Prime arriva Bleach, per la prima volta gli episodi doppiati in italiano

La trama (in breve) e i personaggi di Conan il ragazzo del futuro

Questo cartone animato giapponese entra di diritto nel genere fantascienza e distopia post apocalittica (un po' come un altro capolavoro dell'animazione nipponica, Ken il guerriero). In sintesi, come ricorda la voce narrante nell'introduzione all'inizio di ogni episodio, "Nel mese di luglio dell'anno 2008, la razza umana sfiorò la completa estinzione. In pochi istanti, le armi elettromagnetiche cancellarono più di metà degli esseri umani dalla faccia del pianeta. Il cataclisma causò uno spostamento traumatico dell'asse terrestre, e i continenti finirono quasi interamente sommersi dalle acque".

Questo è il passato della storia: nel presente, siamo nel 2028, e Conan è un ragazzo che vive da solo con il nonno (o con quello che chiama nonno: i legami di parentela non sono chiarissimi in questa serie animata) sull'Isola Perduta. Il nonno era parte di un equipaggio che allo scoppio della guerra aveva provato a fuggire dalla Terra su un'astronave, che era però precipitata proprio su quell'isola: è qui che nasce Conan, i cui genitori muoiono in circostanze imprecisate, come tutti gli altri membri dell'equipaggio a parte il nonno, che ora è molto anziano (e qui ci sarebbe da sottolineare qualche problema a livello temporale, visto che in vent'anni l'uomo è passato da essere un giovane astronauta a vecchio signore). 

I due, quindi, sono convinti di essere gli ultimi due umani sul pianeta, almeno finché sulla spiaggia Conan trova semisvenuta Lana, una ragazzina della sua età. Come si scopre poi, Lana è fuggita da una nave dove era sequestrata perché la città stato di Indastria, una sorta di colonia che si fonda sullo sfruttamento dell'energia nucleare e delle persone che sono di casta inferiore, vuole costringere suo nonno, il dottor Rao, a condividere le proprie conoscenze sull'energia solare, visto che quella dei reattori di Indastria va esaurendosi. 

Poco dopo, sull'Isola Perduta arriva anche uno strano velivolo, a bordo del quale c'è un equipaggio comandato da miss Monsley, per recuperare Lana e portarlaa Indastria. Il nonno di Conan prova a salvarla, ma invano, e anzi muore in un incidente, non prima di aver chiesto a Conan di salvare la ragazza.

Da qui iniziano le avventure di Conan e Lana, e degli altri personaggi: dal fedele amico Gimsey al capitano Dyce (quello che aveva rapito Lana dalla sua isola di High Harbor, ma che pian piano si redime), fino al più malvagio di tutti, Lepka, direttore amministrativo di Indastria. Fughe, inseguimenti, battaglie ed eventi che continuano a sconquassare il pianeta: gli eroi dovranno affrontare tutto questo, se vogliono riportare la pace nel mondo. 

Qui sotto, l'indimenticabile sigla italiana di Conan il ragazzo del futuro

The Incredible Tide, il romanzo da cui è tratto l'anime di Conan

La storia raccontata nell'anime non è frutto della grande immaginazione di Miyazaki. Otto anni prima, infatti, era stato pubblicato un libro dello scrittore statunitense di fantascienza  Alexander Hill Key, dal titolo originale "The incredible tide" (tide in inglese significa marea, e se avete visto la serie animata potete immaginare perché si chiami così il romanzo), tradotto poi in italiano come la serie animata.

Al di là di qualche cambio di nome (Rao qui si chiama Roa, Lana è Lanna, Indastria è Industria), ci sono sensibili differenze nella trama: siamo dopo la terza guerra mondiale, e Conan sente costantemente una voce nella sua mente, che lo convince a unirsi a una spedizione di ricerca giunta nella sua isola, dove vive da solo.

Conan raggiunge quindi Roa a Industria, e da qui parte la loro avventura che ha lo scopo di raggiungere Lanna, la nipote del Maestro, nonché amica di infanzia di Conan.

Il romanzo Conan il ragazzo del futuro, edito in Italia da Kappalab, può essere acquistato a questo link.

Perché vedere Conan il ragazzo del futuro, in streaming su Prime Video

L'anime di Miyazaki, così come il romanzo di Key, rappresentano una forte critica all'esasperazione della tecnologia, promuovendo al contrario il ritorno a una vita più tradizionale, rurale e comunitaria: basti pensare che anche l'energia solare, nella serie animata, viene vista come uno strumento di potenziale distruzione.

Ma a parte questo aspetto "politico", Conan il ragazzo del futuro merita assolutamente di essere (ri)visto semplicemente perché è un capolavoro dell'animazione del '900: tratta temi fortemente attuali e racconta una storia che, pur essendo ambientata in un futuro a noi prossimo, è senza tempo come l'amore per il pianeta e peril prossimo.

Infine, un motivo che può spingere alla visione di Conan è che, in fondo, fa tornare bambini gli adulti che seguivano le avventure di Conan e Lana sulle televisioni locali che trasmettevano questo cartone nei primi anni '80: è inevitabile, infatti, immedesimarsi nei personaggi più giovani, piuttosto che in quelli adulti, anche per chi oggi ha passato da un pezzo l'età dell'infanzia.

Perché (e con chi) non vedere Conan il ragazzo del futuro

Anche se ci riporta ai tempi spensierati dei cartoni in tv nel pomeriggio, tuttavia, ci sentiamo di dire che Conan non è (più?) un cartone animato particolarmente adatto ai bambini. 

Percosse ai più piccoli, violenze, vino offerto a Lana e, in controluce, anche un vago accenno di morbosa attenzione per questa bambina: se fosse prodotto oggi, molto probabilmente Conan il ragazzo del futuro non sarebbe una serie rivolta ai bambini, per i temi che tratta e per diversi aspetti che oggi sono - giustamente - considerati inopportuni per un pubblico di giovanissimi.

Quindi, insomma, Conan di Miyazaki resta un capolavoro assoluto anche più di quarant'anni dopo dalla sua uscita, ma in un certo senso è invecchiato con i suoi spettatori di allora, e oggi è forse il miglior cartone animato per adulti... che vogliono sognare come quando erano piccoli. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conan di Miyazaki su Prime Video: il cartone è invecchiato con i suoi spettatori ma resta un capolavoro

Today è in caricamento