Venerdì, 27 Novembre 2020

‘Gli orologi del diavolo’, su Rai Uno la nuova fiction con Beppe Fiorello: trama, curiosità e anticipazioni puntate

In quattro puntante la serie tv girata nel Salento. Nel cast anche Claudia Pandolfi e Nicole Grimaudo

Beppe Fiorello ne ‘Gli orologi del diavolo’

Su Rai1 ‘Gli orologi del diavolo’, fiction che vede il ritorno di Beppe Fiorello come protagonista insieme, tra gli altri, a Claudia Pandolfi e Nicole Grimaudo. Quattro le puntate della serie tv girata nel Salento, tra Santa Maria al Bagno, Santa Caterina, Porto Selvaggio e Lecce, realizzate in collaborazione con Apulia Film Commission e frutto di una co-produzione italo-spagnola per la regia di Alessandro Angelini.

La serie tv ‘Gli orologi del diavolo’ è tratta dall’omonimo libro, edito nel 2015 da Gianfranco Franciosi con Federico Ruffo,  ispirata a fatti realmente accaduti.

‘Gli orologi del diavolo’, la trama della serie di Rai1 con Beppe Fiorello  

Nel 2005 Gianfranco Franciosi, per tutti Gianni, ha venticinque anni e fa il meccanico navale a Bocca di Magra, in Liguria. Un giorno riceve una strana visita: due clienti offrono un anticipo da cinquantamila euro in contanti per un gommone velocissimo, con doppio fondo ed equipaggiato con radar e Gps. Gianni si insospettisce, va alla polizia e accetta di aiutare gli investigatori a capirci di più, ma scivola in un gioco più grande di lui e, con il passare dei mesi, diventa un agente infiltrato a tutti gli effetti.

Inizia così la sua seconda vita: quattro anni di viaggi in Sudamerica per trasportare enormi quantità di cocaina, di festini con i narcos e di riunioni con la polizia, quattro anni di paura. Diventa fratello acquisito del boss spagnolo Aurelio e perde tutto: l’amore, la famiglia, il lavoro. Persino la libertà perché finisce in carcere per un anno a Marsiglia. Quando finalmente la polizia conclude il più grande sequestro di droga mai avvenuto in Europa, Gianni è pronto a riprendersi la sua vita, ma Aurelio sfugge all’arresto e vuole vendetta. È l’inizio di un incubo che continua: Gianni deve rinunciare alla sua identità e sparire nel nulla.

Nella fiction Gianni diventa Marco Merani e ha il volto di Beppe Fiorello. Il titolo fa riferimento ai Rolex che il boss Elías Piñeiro Fernandez regalava ai suoi affiliati.

Gli orologi del diavolo, anticipazioni ultima puntata

Il quarto e ultimo appuntamento con "Gli orologi del diavolo" va in onda stasera, martedì 17 novembre alle 21.25.

A Madeira, il maltempo ritarda l'operazione e accresce l'ansia e la tensione di Marco che esplode quando scopre che suo padre è in punto di morte e lui non può tornare. Il giorno della partenza arriva. Marco riceve le coordinate per raggiungere Aurelio in pieno oceano. L'operazione congiunta tra Italia e Spagna scatta immediatamente e la nave con quattro tonnellate di droga viene requisita, ma Aurelio riesce a fuggire. Tornato in Italia, Marco assiste alla morte del padre e, pur di sfuggire alla sicura vendetta di Aurelio, è costretto assieme a Messia e ai figli di quest'ultima a finire sotto protezione. Dopo l'ennesimo trasferimento in una nuova località, la crisi tra Messia e Marco esplode. Marco, pur di liberare la donna e la sua famiglia da quella schiavitù, la scaccia fingendo di non amarla più. Solo e, ormai, sull'orlo della follia, viene salvato da Messia che torna per lui. Insieme, decidono di rinunciare alla protezione. Tornati in paese, cercano di vivere una normalità impossibile, circondati dall'affetto dei loro cari. Ma il desiderio di vendetta di Aurelio è forte e capace di spazzare via tutto ciò a cui Marco tiene di più. Solo grazie all'aiuto di Jacopo, suo fratello, Marco riuscirà a salvarsi e a far arrestare Aurelio. L'incubo è finito per sempre. Forse.

Gli orologi del diavolo, terza puntata

Nel primo dei due episodi, durante il Natale, Aurelio si reca in visita a Marco portandogli come regalo un costoso orologio. Il meccanico lo scaccia in malo modo, ma Aurelio lo avverte: non potrà liberarsi di lui. La polizia italiana lo spinge a continuare la missione ma Marco, che ormai può contare solo su sua figlia, si rifiuta. Si adopera allora per rimettere su il cantiere insieme a i suoi operai ed incontra Messia, una vecchia conoscenza con la quale sembra nascere qualcosa, ma in quel frangente scopre che suo padre, malato di cancro terminale, riceve le pressioni di un camorrista alleato di Aurelio. Così decide di liberarsi dalla morsa del boss, ad ogni costo.

Nel secondo episodio, Marco, che è stato catturato, riesce a imbonire Aurelio che gli concede il suo perdono e lo porta a conoscere la moglie e il figlio che vivono nascosti in una piccola isola al largo della Spagna. Aurelio gli chiede di accompagnarlo in un nuovo carico. L’ultimo, che permetterà a entrambi di ritirarsi. Marco accetta. Mentre esplode l’amore con Messia, il meccanico prepara una barca capace di affrontare l’oceano perché, stavolta, lo scambio di droga avverrà in mare aperto. Mentre suo padre si aggrava, Marco è costretto a partire non prima di aver confessato a Jacopo, suo fratello, e ad Messia la verità, ma non a sua figlia che lo guarda andar via con il cuore a pezzi.

Gli orologi del diavolo, seconda puntata

Marco, costretto da Aurelio a partire per il Sud America, conosce la famiglia del boss e i suoi amici. Marco vorrebbe chiudere con quella storia ma Mario lo convince ad accettare un ultimo lavoro: preparare un'imbarcazione per una consegna speciale. Aurelio, all'ultimo momento, chiede che sia proprio Marco a guidare il gommone. Marco esita ma la polizia italiana gli garantisce protezione. Vexina forza la mano e la gendarmérie francese, all'oscuro dell'operazione, arresta Marco e Pablo, il braccio destro di Aurelio che viaggia con lui, al largo della coste francesi. Marco viene condannato a otto mesi di carcere. Mentre divide la sua cella con Pablo, tenta di mettersi in contatto con la polizia italiana, inutilmente. Quando capisce che, se si scoprisse che è un infiltrato, lui e la sua famiglia sarebbero finiti, accetta la condanna in silenzio. Mentre Vexina paga il suo errore e viene allontanato dal suo incarico, a casa Merani la situazione precipita. Uscito dal carcere, Marco si ritrova faccia a faccia con una terribile verità: il cantiere è sull'orlo del fallimento, sua moglie vuole separarsi e in paese tutti ormai lo considerano un trafficante di droga.

Gli orologi del diavolo, il cast

La serie tv vanta un gran cast di attori italiani e stranieri: oltre al protagonista Giuseppe Fiorello, ci sono Alvaro Cervantes, Claudia Pandolfi, Nicole Grimaudo, Marco Leonardi, Carlos Librado ‘Nene’, Alicia Borrachero, Gea Dall’Orto e Fabrizio Ferracane. Firmano la sceneggiatura Salvatore Basile, Valerio D’Annunzio, Alessandro Angelini, Antonio Piazza, Fabio Grassadonia.

L’unica maniera di scoprire i limiti del possibile è di oltrepassarli e finire nell’impossibile. Dal 2 Novembre su Rai1 #gliorologideldiavolo #serietv #raiuno #giuseppefiorello

Un post condiviso da Giuseppe Fiorello (@giuseppefiorello) in data:

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

‘Gli orologi del diavolo’, su Rai Uno la nuova fiction con Beppe Fiorello: trama, curiosità e anticipazioni puntate

Today è in caricamento