Venerdì, 7 Maggio 2021
Fiabe e misteri / Italia

Carlo Lucarelli racconta "La Bella e Pedro la Bestia"

Quarta puntata per "In compagnia del lupo - Il cuore nero delle fiabe", nuova serie del celebre scrittore dedicata ai segreti nascosti nei racconti del "C’era una volta". In onda lunedì 1 marzo alle 21.15 su Sky Arte e Now TV

Carlo Lucarelli

Lunedì 1º marzo, alle ore 21:15 su Sky Arte e in streaming su Now TV, torna l'appuntamento con "In compagnia del lupo - Il cuore nero delle fiabe", la nuova serie condotta da Carlo Lucarelli.

Il celebre scrittore conduce il pubblico alla riscoperta delle fiabe più famose svelando, con l’accompagnamento di illustrazioni animate, i risvolti insoliti, avventurosi, terribili e spaventosi che si celano al loro interno, nella vita dei loro autori, nei fatti di cronaca che le hanno ispirate, nei costumi delle epoche in cui sono nate. Nel quarto episodio in onda lunedì, dal titolo "La Bella e Pedro la Bestia", Carlo Lucarelli racconta la storia di Pedro Gonsalvus, bambino completamente ricoperto di peli che viene donato a dieci anni al re Enrico III come una creatura esotica e a cui viene data in sposa in età adulta la bellissima figlia di una domestica di Caterina de’ Medici, forse con l’intento di ricreare nella vita reale la favola de La Bella e la Bestia. L'ospite della puntata sarà l'antropologo Duccio Canestrini. In compagnia del lupo. Il cuore nero delle fiabe è anche il primo podcast di Sky Arte: 8 episodi realizzati in collaborazione con Carlo Lucarelli. Il quarto contenuto originale è disponibile da venerdì 26 febbraio sul sito di Sky Arte e sulle principali piattaforme gratuite di streaming. I podcast sono distribuiti da Spreaker, prima piattaforma in Italia per la creazione, distribuzione e monetizzazione di podcast. Un viaggio, quello raccontato da Lucarelli, che porta lo spettatore in un mondo che credeva di conoscere e, svelando gli aspetti non noti di tutte quelle storie che hanno accompagnato gli anni della sua infanzia, lo immerge in un’atmosfera magica e inquietante e lo porta a scoprire che forse no, il cattivo non era solo il lupo.

unnamed - 2021-02-26T202947.889-2

La Bella e Pedro la Bestia

Siamo in Francia, alla corte di Enrico II, è il 1547. Un gruppo di corsari francesi ha portato un dono per il Re, è qualcosa di speciale, che hanno rubato da una nave diretta verso i Paesi Bassi. Adesso il dono è davanti al Re, che lo guarda con un misto di stupore e curiosità. Si tratta di un bambino di dieci anni, ma non è un bambino come tutti gli altri. È completamente ricoperto di peli, su tutto il corpo, sulla testa, sul volto. Solo gli occhi, la bocca e le orecchie non lo sono. Il bambino si chiama Pedro e il re, che all’inizio lo tratta come uno dei suoi cani da compagnia, scopre presto che è dotato di un’intelligenza brillante, così lo fa studiare e lo tiene con sé per quarantaquattro anni. A 36 anni a Pedro viene data in sposa la bellissima figlia di una domestica di Caterina de’ Medici. La ragazza, la prima volta che se lo trova davanti, sviene per la paura. In molti sono convinti che la regina con questo matrimonio abbia voluto ricreare la favola della Bella e la Bestia. Anche qui, infatti, la bellissima Belle si trova davanti un mostro ricoperto di peli che piano piano, però, la farà innamorare. Ma quella di Pedro Gonsalvus non è una fiaba e lui non si trasformerà in un principe.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carlo Lucarelli racconta "La Bella e Pedro la Bestia"

Today è in caricamento