Domenica, 20 Giugno 2021
La recensione

Lupin 2: il deludente ritorno del ladro gentiluomo

Il commento ai nuovi 5 episodi della serie con Omar Sy nei panni del personaggio nato dalla penna di Maurice Leblanc

Deludenti e alquanto banali i nuovi episodi di Lupin 2, approdati sul catalogo della piattaforma di streamig proprio oggi 11 giugno 2021. L'attesissima seconda parte della serie Netflix Francia, basata sul personaggio dei romanzi di Maurice Leblanc trasportato nella Parigi del giorno d'oggi, non convince particolarmente. Sarà che l'aura di novità è ormai andata, sarà che quel bisogno di evasione e leggerezza da parte del pubblico viene un po' a mancare (dopotutto si vuole sempre il contrario di quello che si ha) ma Lupin 2 non è stato in grado di lasciare il segno come avrebbe potuto e dovuto fare. La storia va avanti con meccanismi troppo prevedibili, si riescono ad anticipare le mosse dei personaggi prima ancora che le mettano in pratica con una facilità che lascia davvero stupiti (in negativo). Manca lo stupore, manca il restare a occhi sbarrati perché non ci si aspettava minimamente quel risvolto di trama, manca tutta quell'astuzia che Lupin ha per carattere ma che non mostra al suo pubblico in questa seconda parte di stagione. 

Come ci eravamo lasciati alla fine di Lupin (parte 1)

Il cattivo viene catturato, il figlio di Lupin viene ritrovato, Lupin stesso riesce a non essere arrestato dalla polizia, il poliziotto appassionato dei romanzi su Lupin si allea con lo stesso Assane Diop, la polizia corrotta viene scoperta, tutto è andato come doveva andare e la serie, già confermata per una terza stagione, a questo punto poteva anche finire così. Non c'è alcun motivo per aspettare nuovi episodi senza neanche un cliffhanger finale nella storia. Manca anche il minimo appiglio che possa creare un hype o una minima voglia nello spettatore di aspettare l'uscita dei nuovi episodi ma questo punto, si è ben capito che Lupin altro non è che una di quelle serie tv da vedere in scioltezza quando non si sa cosa guardare, si vuole accontentare un po' tutti e non si ha voglia di pensare. Un po' come le commedie romantiche dove si sa già tutto quello che accadrà ma le si guarda lo stesso per passare il tempo in leggerezza, allo stesso modo Lupin da grande naovità Netflix di questo inverno è diventato la versione "mistery" di una classica commedia romantica. Ma, alla fine, c'è bisogno anche di questo.  

Lupin 2: la guida ai personaggi dei nuovi episodi 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupin 2: il deludente ritorno del ladro gentiluomo

Today è in caricamento