Venerdì, 7 Maggio 2021
Le nostre proposte

I 10+1 comici che vorremmo per la seconda stagione di "LOL: chi ride è fuori"

I nomi che suggeriamo ad Amazon

Si può provare a guardare qualche versione straniera (noi abbiamo visto quella australiana). Ci si può attaccare alle polemiche sui presunti "plagi" per distrarsi un po'. Si può persino far finta di niente. Ma il modo migliore per non farsi prendere dalla tristezza dopo aver visto tutti gli episodi di LOL: chi ride è fuori è uno solo: immaginare chi potranno essere i protagonisti di un'ipotetica seconda stagione.

Che poi, ipotetica fino a un certo punto: se Amazon ha prodotto la seconda serie di Celebrity Hunted sull'onda degli apprezzamenti ricevuti dal pubblico della prima, negare agli abbonati di Prime Video il ritorno di LOL: Chi ride è fuori dopo il travolgente successo di quella appena uscita sarebbe una crudeltà bella e buona, e quindi siamo fermamente convinti che nel 2022, o addirittura prima, ci sarà LOL 2 come del resto già avvenuto in Messico.

E così, forti di questa convinzione, anche noi ci siamo lanciati nel totonomi di LOL 2. Dopo l'alternativa con gli ex calciatori, ecco quindi i dieci nomi (più uno) di comici italiani che ci permettiamo di porre all'attenzione degli Amazon Studios.

I comici che vorremmo per la seconda stagione di LOL

1) Geppi Cucciari. Vera e propria regina di improvvisazione, saprebbe come, quando e dove colpire i suoi compagni di gioco fino a farli capitolare. Con tutta la crudeltà necessaria. Provocatoria, schietta e caustica ai limiti della ferocia, il suo stile tranchant si adatterebbe alla perfezione al gioco.

Geppi Cucciari-6

2) Valerio Lundini. Per la quota umorismo nonsense (ben rappresentata quest'anno dalle freddure di Frank Matano), proponiamo Valerio Lundini. Un nome efficace per due motivi: in primis perché il suo tipo di commedia, fatto di momenti cringe e silenzi, catturererebbe il pubblico Millennial, particolarmente amante del genere; e poi perché, come dimostrato già dalla prima edizione di Lol, ai comici piace proprio quella comicità surreale in cui Lundini spadroneggia.

(nel video qui sotto duetta proprio con il mattatore della prima edizione, Lillo)

3) Edoardo Ferrario. Alfiere della stand up comedy italiana (insieme a Saverio Raimondo e Francesco De Carlo, con cui domina nei tre show sul tema selezionati in Italia da Netflix), potrebbe regalare grandi soddisfazioni nei 'Tre minuti di esibizione' previsti dal format. Sebbene infatti gli stand up comedian siano risultati meno incisivi rispetto ai colleghi nella prima stagione (vedi il caso del remissivo Luca Ravenna), la verve usata da Ferrario nell'interazione col pubblico durante i live potrebbe rivelarsi finalmente efficace alla trasmissione.

"Cari trentenni, diamoci un tono": l'intervista a Edoardo Ferrario

4) Pio e Amedeo. Ebbene sì, avanziamo proprio il nome del (divisivo) duo comico foggiano. Maschera dell'italiano medio e qualunquista, cafoni fino alla volgarità, potrebbero "sporcare" un po' il pettinatissimo comedy show Amazon. Attenzione: il nostro auspicio non è far naufragrare lo spettacolo nel trash, ma condirlo con un pizzico di scorrettezza che fa sempre bene alla comicità.

pio amedeo-2

5) Virginia Raffaele. Che fine ha fatto Virginia Raffaele? Da tempo assente dalla tv, proponiamo al suo agente un rilancio mediatico in Lol 2. Le sue imitazioni potrebbero dare filo da torcere all'uscente Caterina Guzzanti. (Alert: tutte le imitazioni, intendiamo, tranne - possibilmente - quella vista, rivista e stravista di Belen Rodriguez. È tempo di rinnovare il repertorio).

virginia raffaele-5

6) Maccio Capatonda. Avete presente i giochi di parole di Fru, l'imprevidibilità di Pintus, la schiettezza di Michela Giraud e la faccia di bronzo di Elio? Ecco, Maccio a nostro avviso saprebbe unire tutte quelle doti, con il suo umorismo tanto diretto quanto sottile, alto e basso allo stesso tempo. Può Lol 2 fare a meno di lui? Secondo noi no.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

7) Nino Frassica. E a questo punto, vorrete mica escludere il maestro di Maccio e di Lundini? Assolutamente no, anche perché l'umorismo di Frassica, tutto giocato sulle parole e sul suo restare serissimo, sarebbe assolutamente perfetto per LOL. L'unico rischio, ingaggiando Frassica, è che lo show duri pochissimo perché lui fa ridere tutti gli avversari.

Godiamoci questo duetto con l'indimenticabile Gigi Proietti

8) Paola Cortellesi. Come forse in pochi ricordano, la sua carriera nel mondo dello spettacolo fu lanciata proprio da uno show con Nino Frassica e Renzo Arbore, quando interpretò la canzone di Cacao Meravigliao per Indietro Tutta. Sono passati decenni da allora, e Paola Cortellesi continua a far ridere tutti: a LOL farebbe furore con i suoi personaggi, il suo talento versatile e la sua capacità di improvvisazione. Ma rivediamola interpretare Cacao Meravigliao, insieme a Calcutta a E poi c'è Cattelan

9) Checco Zalone. Prenderebbe in giro chiunque, sfornerebbe battute al limite della volgarità, darebbe vita a una faida tutta pugliese con Pio & Amedeo, suonerebbe e canterebbe dall'inizio alla fine. Checco a LOL sarebbe come lanciare una bomba in uno stagno: una strage totale.

checco zalone-3

10) Claudio Bisio. Lo confessiamo: il suo nome è stato in ballottaggio fino all'ultimo con quello di Corrado Guzzanti. Ma per evitare confronti in famiglia, e visto che Bisio ha già fatto da spalla a quasi tutti gli altri comici scelti, crediamo che la sua presenza sarebbe azzeccata anche per dettare i tempi di uno show che proprio sul tempo è basato. Poi, se Bisio non dovesse accettare perché troppo impegnato con la serie Tutta colpa di Freud, allora torniamo da Corrado Guzzanti.

Ecco Bisio con Checco Zalone a Zelig

BONUS: Maurizio Crozza. Battutista, monologhista, trasformista, cantante satirico, presentatore e attore ma... troppo spesso legato al copione. È per questo che lo candidiamo con un pizzico di sadismo: vogliamo vederlo finalmente svincolato dai capolavori autoriali scritti in combutta con Andrea Zalone. E vogliamo vedere se, almeno in Lol, riesce a resistere alla tentazione di ridere delle sue battute, come spesso fa durante i suoi show: nessuno come lui, infatti, è il King della rottura della "quarta parete".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I 10+1 comici che vorremmo per la seconda stagione di "LOL: chi ride è fuori"

Today è in caricamento