rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
il duro sfogo

Andrea Muccioli: "L'immagine di mio padre distorta dalla serie. Mai stato omosessuale"

Il figlio del fondatore della comunità di San Patrignano ha querelato Netflix. La vicenda arriverà in Tribunale

'SanPa - Luci e tenebre di San Patrignano'. Questo il titolo della docu-serie di Netflix, che però i riflettori li ha accesi più sulle ombre della famosa comunità di recupero per tossicodipendenti fondata da Vincenzo Muccioli. E sul suo 'patron', ritratto come un filantropo a cui più di qualcosa, nel corso degli anni, è sfuggita di mano. 

Andrea Muccioli, figlio di Vincenzo - anche lui intervistato nella serie - è rimasto sbigottito quando l'ha vista, ormai un anno fa. "Ho cercato di dare un contributo concreto, una mia visione corretta, una testimonianza onesta che non è servita purtroppo a nulla per evitare che venisse confezionata un'immagine pregiudiziale, deformata, grottesca, secondo me totalmente in malafede da parte degli autori" ha detto ai microfoni di Non Stop News, su Rtl, sfogandosi: "Dovevano portare la descrizione di un mostro più che di una persona straordinaria che ha salvato 7000 vite senza chiedere nulla a nessuno". Da qui la decisione di adire alle vie legali: "Io e mio fratello abbiamo denunciato Netflix, adesso aspettiamo di discutere queste questioni in tribunale". Nel frattempo, Andrea Muccioli ha scritto la sua esperienza familiare a San Patrignano nel libro 'Fango e risate. Storia di San Patrignano', una sorta di riscatto dalla macchina del fango secondo lui messa in atto dalla serie: "E' un racconto: non è un memoriale, né un saggio, né una risposta o lezione a nessuno. E' il racconto di ciò che è successo in forma di romanzo, raccontato da un adolescente che dagli 11 anni arriva ai 30 vivendo dentro questa straordinaria esperienza".

"Mio padre non è mai stato omosessuale né misogino"

Nelle ultime puntate del docu di Netflix, quando si parla della morte di Vincenzo Muccioli, non mancano riferimenti alla sua presunta omosessualità e all'aids. Inoltre il fondatore di SanPa viene descritto come uno molto legato agli uomini della comunità, suoi prediletti a discapito delle donne. Dettagli smentiti duramente dal figlio: "Una persona come quella descritta, come quella che ha fatto, visto e detto ciò che mio padre ha vissuto nella sua vita non può essere certamente misogino, non può essere certamente omosessuale e non lo è mai stato. E' morto a cause mediche, psicologiche e sanitarie - ha proseguito - che sono state dichiarate dalla comunità quando è morto. Un racconto non può rispondere al nulla, al falso. Il racconto è il vero, e questa storia racconta la verità. La smentita di quelle oscenità raccontate dal documentario è nella storia".

"Mio padre ha commesso errori, ma la sua immagine è stata distorta"

Andrea Muccioli non perdona il racconto fatto dalla serie Netflix: "C'è stata una volontà precisa di convogliare quell'idea deformata, grottesca, mostruosa non solo di mio padre e dell'opera che ha svolto, ma della stessa comunità nel suo insieme - ha detto ancora nell'intervista - Alcuni degli autori di questo prodotto, erano gli stessi giornalisti che nel 1995 quando mio padre stava morendo, scrivevano che all'inferno aspettavano con ansia il suo arrivo. Sono stati denunciati e condannati dalla giustizia in quel momento e mi auguro che lo saranno ancora in questa occasione". Il libro, ha assicurato, non è una risposta alla seria ma "una storia a parte". La sua, vissuta con la sua famiglia negli anni in cui la comunità è nata, esplosa, poi finita al centro di terribili fatti di cronaca e messa in discussione: "Il libro non fa lezioni a nessuno e non difende tesi, racconta anche i difetti e i limiti di mio padre: ogni uomo per quando grande sia, ha difetti e limiti e commette errori. Questo libro non fa sconti a nessuno, neanche agli errori, ai limiti e alle contraddizioni che aveva".

San Patrignano, l'erede di Muccioli: "Nessuno nega gli errori, ma la serie racconta solo una parte della storia"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andrea Muccioli: "L'immagine di mio padre distorta dalla serie. Mai stato omosessuale"

Today è in caricamento