Sabato, 27 Febbraio 2021
Serie TIMVISION

Su Timvision in arrivo la miniserie tv che parla della famosa truffa a "Chi vuol essere milionario?"

"Quiz", tre puntate dirette da Stephen Frears e con Michael Sheen

Un immagine della miniserie Quiz

A marzo arriva in esclusiva su TIMVISION "Quiz", la mini serie tv britannica del 2020 in tre puntate che parla di una celebre truffa ai danni del programma "Chi vuol essere milionario?" che avvenne in Inghilterra nel 2001.

La storia vera di Quiz è incentrata sulla figura di Charles Ingram, un ex maggiore dell'esercito inglese, che vent'anni fa vinse il milione di sterline messo in palio dallo show, ma che poi venne accusato di aver barato, con l’aiuto della moglie Diana e soprattutto di un professore universitario, facendo scoppiare uno scandalo che appassionò  gli inglesi e la stampa britannica per molto tempo, tanto da diventare prima un libro, Bad Show: the Quiz, the Cough, the Millionaire Major, di Bob Woffiden e James Plaskett, poi un'opera teatrale e ora appunto una serie tv.

Ecco il trailer della miniserie "Quiz"

Come Ingram imbrogliò a Chi vuol essere milionario?

Nelle prime domande, Ingram non sembrava molto preparato, tanto da usare due dei tre aiuti prima di arrivare alle 4.000 sterline. Poi, come succede anche nella versione italiana con Gerry Scotti, la puntata era finita e il suo percorso si era dovuto interrompere.

Curiosamente, però, il giorno dopo Ingram azzeccò tutte le risposte, fino ad arrivare a vincere il milione in palio. Come aveva fatto? Secondo le accuse, con la complicità di un professore dell'Università di Cardiff chiamato Tecwen Whittock: riguardando la puntata, infatti, si nota che quando il conduttore legge le opzioni di risposta alla domanda, c'è un colpo di tosse tra il pubblico alla risposta esatta.

Ecco il video dell'epoca, pubblicato sul canale YouTube di Who wants to be a millionaire

Ed ecco un breve estratto, in cui Ingram prima sostiene di non aver mai sentito nominare Craig David, e poi lo indica come risposta alla domanda sul cantante dell'album Born to do it.

I dubbi sulla colpevolezza di Ingram e dei suoi complici

Sul caso c'è stato un processo, che ha condannato i tre a sanzioni pecuniarie e a pene carcerarie sospese. Le richieste di appello di Ingram sono state respinte dalla giusitizia britannica, dalla Camera dei Lords e in parte anche dalla Corte Europea dei Diritti Umani, che si è limitata a ridurre le sanzioni economiche.

Tuttavia, pur se condannati si sono sempre dichiarati innocenti, e c'è chi è convinto che sia così. Come il giornalista Jon Ronson del The Guardian, che ha formulato una teoria. Come ha notato, durante il processo ogni volta che qualcuno parlava della tosse, qualcuno in aula tossiva. Questa, secondo Ronson, è la prova che i colpi di tosse possono anche essere provocati da suggestioni psicologiche, come avrebbe potuto succedere a Whittock quando sentiva le opzioni di risposta esatte.

La miniserie "Quiz" sulla truffa di Chi vuol essere milionario?

Il primo episodio della serie è dedicato alla nascita di questo format televisivo nel 1998, adattato in oltre 100 paesi e che con “È la tua risposta definitiva? L’accendiamo?” è entrato a far parte della cultura pop mondiale.

Nel cast, Matthew Macfadyen (Succession, Pride and Prejudice) e Sian Clifford (Fleabag) interpretano la coppia incriminata Charles e Diana Ingram, Michael Sheen (The Queen, Master of sex e Good Omens) è Chris Tarrant, il conduttore dello show. Whittock, invece, è interpretato da Michael Jibson. Alla regia Stephen Frears (The Queen, Philomena), mentre il soggetto è statt scritto da James Graham, autore della piece teatrale da cui è tratta la serie da marzo su TIMVISION.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Su Timvision in arrivo la miniserie tv che parla della famosa truffa a "Chi vuol essere milionario?"

Today è in caricamento