Martedì, 22 Giugno 2021
La recensione

The Handmaid's Tale 4x07, "Home": la recensione del settimo episodio

Il consueto commento al settimo episodio della nuova stagione della serie Hulu tratta dal romanzo di Margaret Atwood

Come in ogni stagione di qualsiasi serie tv, c'è sempre quell'episodio che si allontana troppo dal racconto della storia a cui si è abituati, quell'episodio statico, di assestamento ai cambiamenti repentini appena accaduti nella vita dei personaggi, l'episodio della quiete dopo la tempesta e prima della prossima che deve esserci ma che non piace a nessuno. Ecco, il settimo episodio di The Handmaid's Tale 4, "Home" è proprio questo tipo di episodio. Bisogna ambientarsi a un nuovo contesto, a nuovi colori, a nuovi abiti e a nuovi personaggi. E deve farlo sia June, appena sbarcata in Canada, sia noi telespettatori abituati, come lei, a "vivere" a Gilead. E tutto quel disagio che la protagonista della serie prova nello scontro con una realtà completamente diversa da quella vissuta finora, per quanto possa essere migliore, lo percepiamo tutto e sembra quasi di viverlo insieme a lei. E qui di nuovo l'abilità dei creatori di questa serie di far trasparire tutte le emozioni attraverso lo schermo, che siano belle o brutte, per sbattercele direttamente in faccia e farle diventare parte di noi. 

"Home" è un episodio di quelli che non rivedresti mai, di quelli che ti lascia l'amaro in bocca non tanto per risvolti di trama inaspettati ma per mancanza di questi e soprattutto per mancanza di volti noti. E da un lato dispiace quasi perché dovremmo essere contenti per la salvezza di June, ma sotto sotto, noi speriamo che torni a GIlead per finire quella battaglia che aveva iniziato e di cui è lei stessa la protagonista. In Canada, June, perde la sua personalità, sembra quasi spersonalizzata e priva di quella forza accumulata dal desiderio di vendetta per tutta la sofferenza subita.

La parte più bella dell'episodio è l'incontro con Serena che stavamo aspettando ormai da tempo dove la bravura di Elisabeth Moss, che sembra nata per recitare, viene espressa ai massimi livelli. Ma oltre a questo dialogo tra le due ex padrona e ancella non c'è molto altro se non le dinamiche relazionali tra Luke e June e le difficoltà nel riprendere in mano un matrimonio messo in pausa per anni. Ma a noi Luke non piace, noi siamo affezionati a Nick, noi ci siamo appassionati alla storia d'amore tra June e Nick e non possiamo vedere lei con suo marito il giorno dopo aver detto "ti amo" a un altro uomo. Mancano un po' di vecchi volti, mancano i vecchi personaggi e le vecchie ambientazioni e manca anche Aunt Lydia. Ci manca la nostra vecchia June e soprattutto vogliamo sapere che fine ha fatto Janine!

Speriamo che nel prossimo episodio ci saranno date un po' di risposte in più. 

Leggi la recensione di tutti gli altri episodi di The Handmaid's Tale 4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

The Handmaid's Tale 4x07, "Home": la recensione del settimo episodio

Today è in caricamento