Domenica, 16 Maggio 2021
L'opinione di Claudio Pizzigallo

L'opinione di Claudio Pizzigallo

A cura di Claudio Pizzigallo

Perché tutti stanno guardando "Tenebre e ossa" su Netflix (e tutto quello che c'è da sapere)

Un'immagine di Tenebre e ossa, la serie tv su Netflix dal 23 aprile

Venerdì 23 aprile Netflix ha pubblicato sulla propria piattaforma di streaming la serie tv Tenebre e ossa (titolo originale Shadow and Bone): fin da subito, la nuova produzione originale Netflix è salita in cima alla classifica dei titoli più visti, e da allora è rimasta in Top 10, incontrando uno straordinario riscontro di pubblico, in Italia come all'estero.

Per chi ancora non le ha dato una possibilità, il successo di Tenebre e ossa può essere un mistero (o meglio, una magia), dal momento che la sua uscita non è stata accompagnata da un particolare battage pubblicitario e di marketing. E, a dirla tutta, anche tra chi l'ha già vista tutta ci sono persone che si domandano per quali ragioni stia piacendo a tante persone. 

Perché tutti guardano New Amsterdam su Netflix

Per provare a rispondere ai dubbi di tutti, abbiamo quindi raccolto le principali informazioni sulla serie - così da dare qualche dritta a chi è indeciso - e poi proveremo a dare una spiegazione relativamente semplice al successo di Tenebre e ossa.

Di cosa parla Tenebre e ossa

Shadow and Bone è una serie tv di genere young adult fantasy, il che significa che in teoria è una storia fantastica rivolta ai giovani, ma comunque è godibile a ogni età (e lo diciamo per esperienza diretta). È tratta dai romanzi di Leigh Bardugo, e in particolare dai libri della trilogia Tenebre e Ossa con qualche anticipazione dalla duologia di Sei di corvi (titolo originale Six of crows): Bardugo ha collaborato come executive producer con lo showrunner della serie Eric Heisserer.

La storia della serie Tenebre e Ossa è ambientata a Ravka, un regno immaginario che somiglia molto alla Russia degli zar, tra colbacchi e nomi russi, ma che ha connotazioni decisamente oltre il reale: a Ravka c'è la magia, esercitata in particolare dai cosiddetti Grisha, e per questo si dice che la storia scritta da Leigh Bardugo si svolge nel cosiddetto Grishaverso.

Al centro di Ravka c'è proprio una presenza magica oscura, ovvero una "faglia" (fold in inglese) di tenebre, buio e pericoli mortali, dove vivono (per uccidere) i Volcra, una specie di draghi volanti che attaccano tutte le persone che avvistano mentre si azzardano ad attraversare la fascia di oscurità. La faglia mette in crisi l'unità nazionale di Ravka, e colpisce in particolare chi è nella parte orientale del regno, visto che si trova circondata da altri regni nemici e non ha lo sbocco sul True Sea, il "vero mare" su cui invece si affaccia West Ravka. Per capirci meglio, ecco la mappa del Grishaverso.

Il co-protagonista di Tenebre e ossa è Mal, nome completo Malyen Oretsev (interpretato da Archie Renaux), tracciatore nell'esercito di East Ravka: molto abile nel combattimento, perché ha dovuto imparare a difendersi da ogni avversità fin da quando era un piccolo orfano (a un certo punto si spiega che ci sono molti orfani perché molti genitori sono morti cercando di attraversare la faglia).

Ma la vera protagonista è Alina Starkov (Jessie Me Li): è anche lei un'orfana cresciuta con Mal, a cui la lega un rapporto che ricorda quello tra Dawson e Joey, ma ha tratti somatici diversi dagli altri e per questo è vista con diffidenza da qualcuno. Non avendo particolari doti atletiche, Alina ha studiato per diventare cartografa, mestiere grazie al quale (o per colpa del quale) si ritrova in una spedizione per attraversare la faglia. Solo che durante l'attraversamento si scopre che lei è una Grisha, anche potente, addirittura forse l'Evoca Luce che potrebbe far scomparire la faglia di tenebre.

Non vogliamo qui spoilerare troppo ma è importante presentare anche un altro personaggio, il Generale Kirigan, un Grisha molto potente e influente che prende presto Alina sotto la sua ala protettrice. Infine, c'è la banda di malviventi dei Corvi (Kaz, Inej, Jesper), che incontra la Grisha Nina Zenik, in un'anticipazione della storia che sui libri è raccontata in Sei di Corvi.

Alla fine, cos'ha di bello Shadow and Bone? (NO SPOILER)

Prima di addentrarci in curiosità e anticipazioni sconsigliate a chi non ha visto la serie, proviamo a spiegare perché la stanno guardando (e gradendo) molti. 

Capitani, come ha fatto una serie lussemburghese a entrare nella Top 10 di Netflix

Una prima motivazione potrebbe essere nel già citato parallelelismo Alina/Mal Joey/Dawson, e in generale nella curiosità di vedere come evolverà questa loro strana storia d'amore, più che di amicizia. Per usare un gergo da amanti delle serie tv, si può dire che molti spettatori di Tenebre e ossa "shippano" Alina e Mal, cioè tifano per la loro relazione (shippare deriva da relationship).

Un secondo motivo potrebbe essere invece il "bisogno" di fantasy dei consumatori di serie tv. In attesa della serie prequel del Signore degli Anelli, e degli spinoff di Game of Thrones, c'era forse in questo periodo una mancanza di buoni prodotti seriali di fantasy "classico". A proposito, la serie è ambientata in una sorta di Ottocento, quindi se proprio dobbiamo fare un paragone, possiamo dire che più che Il Trono di Spade (paragone rigettato dalla stessa Jessie Me Li), questo Tenebre e ossa ricorda l'ultima serie fantasy di grande successo, ovvero Carnival Row, di cui si attende la seconda stagione su Prime Video.

Ma la ragione più profonda del successo di Shadow and Bone su Netflix è forse quella più semplice, che le racchiude tutte. E cioè Tenebre e ossa piace perché è una bella storia di avventura e magia che "non dà fastidio" a nessuno, nel senso che non esagera nell'horror ma neanche nel romanticismo, non indulge troppo nei combattimenti ma neanche nella magia, e procede con un ottimo equilibrio tra più registri in maniera tutto sommato scorrevole, senza bisogno di particolari sforzi che non sia quello di ricordare i nomi dei personaggi, delle varie specie e dei luoghi del Grishaverso. 

Ora, prima di procedere con gli spoiler, il trailer della prima stagione di Tenebre e ossa

Una curiosità sullo strano "collare" di Alina (SPOILER)

A questo punto è meglio leggere solo dopo aver visto almeno qualche episodio della serie, quando Alina è ormai assoggettata al Generale Kirigan. 

In molti spettatori hanno avuto un moto di disgusto per un oggetto molto particolare che Alina indossa, ovvero il cosiddetto amplificatore (parti di animali che accrescono i poteri dei Grisha che li catturano, per dirla in breve): sì, insomma, le corna di cervo che le entrano sottopelle a formare una piuttosto rivoltante collana.

L'attrice protagonista Jessie Me Li ne ha parlato di recente, sottolineando come nei libri di Bardugo gli amplificatori fossero solo delle specie di gioielli da indossare, e non degli impianti o protesi come si vede nella serie. La differenza è stata voluta dallo showrunner Heisserer, in accordo con Bardugo, anche se Me Li ha confessato che indossare quegli oggetti scenici, oltre che disgustoso, è stato anche fastidioso e un po' doloroso: e non abbiamo dubbi che sia stato così.

Cosa vedremo in Tenebre e ossa 2 e la spiegazione del finale di stagione (SPOILER)

Netflix non ha ancora ufficialmente confermato che Tenebre e ossa avrà una seconda stagione, ma il rinnovo è quasi certo per diversi motivi: innanzitutto, ovviamente, il successo ottenuto dalla prima stagione; in secondo luogo, il fatto che ci sono molti altri libri di Bardugo che portano avanti la storia.

Infine, il motivo per cui l'uscita di Tenebre e ossa 2 è quasi certa è che il finale della prima stagione è - a differenza per esempio di Gli Irregolari di Baker Street - quanto di più aperto ci possa essere, con le ultime immagini che mostrano l'Evocatore Oscuro rialzarsi e dirigersi verso chi credeva di averlo ucciso, in compagnia di creature che si chiamano nichevo'ya. Nei libri, questi mostri compaiono solo nel secondo romanzo, ma la scelta di mostrarli nel finale della prima stagione, come ammesso dallo stesso Heisserer, è stata come "forzare la mano" a Netflix per produrre una seconda stagione e non concludere tutto con questo cliffhanger. 

Heisserer, inoltre, ha detto che nell'eventuale seconda stagione vedremo "più baci" tra Alina e Mal: per dirla con una battuta, forse Mal sarà un po' meno Dawson e un po' più Pacey. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Perché tutti stanno guardando "Tenebre e ossa" su Netflix (e tutto quello che c'è da sapere)

Today è in caricamento