Lunedì, 1 Marzo 2021
Serie Netflix

"The Good Place", stagione finale su Netflix: ripasso, spiegazioni... e quella battuta su Berlusconi

La sitcom con Kristen Bell è arrivata agli ultimi episodi. Il recap e le curiosità

Gli attori di The Good Place

Dall'1 febbraio è disponibile su Netflix la 4a e ultima stagione di The Good Place, la sitcom di NBC con protagonista Kristen Bell (Veronica Mars) ambientata nell'aldilà (a proposito, se non l'avete ancora vista, guardate Uplload su Prime Video). 

La stagione finale di The Good Place era già uscita nel 2020 in Italia, dove era andata in onda su Infinity e Premium Stories, ma per chi l'ha seguita su Netflix è stata una gradita sorpresa nella programmazione di finale, a undici mesi da quando Netflix aveva reso disponibile la terza stagione. 

Ora che tutti gli episodi sono visibili in streaming, può essere utile un ripasso delle prime 3 stagioni di The Good Place, così come fare qualche anticipazione sulla final season. Per chi l'ha già vista, invece, abbiamo raccolto più avanti in questo articolo un po' di curiosità e la spiegazione del finale.

Ma prima, un piccolo spoiler per chi deve ancora vederla. Niente che rovini la visione della serie, solo un'anticipazione molto divertente per il pubblico italiano di The Good Place.

La spiegazione dell'ultima stagione di The 100 (SPOILER)

La spiegazione di The Expanse 5 (SPOILER)

The Good Place 4 e la battuta su Berlusconi

Nella puntata 4x06, ovvero il 6° episodio della quarta stagione, Tahani Al-Jamil (il personaggio interpretato da Jameela Jamil) è suo malgrado oggetto delle galanti ma fastidiose attenzioni di un personaggio, che la descrive in un libro con parole che vorrebbero essere lusinghiere ma sono anche un po' inopportune. 

Ed è qui che arriva la citazione dell'ex presidente del consiglio da parte di Tahani, che come suo solito nomina personaggi famosi che lei conosce benissimo. "Mi dispiace" dice Eleanor, dopo aver letto un estratto del libro, a Tahani, che risponde: "Non ti preoccupare, me ne sono capitate di peggio. Una volta al compleanno di Elon Musk ero seduta tra Silvio Berlusconi e Elon Musk".

Una citazione che dimostra come sia nota anche all'estero la passione del Cavaliere per le donne, unita a una galanteria forse un po' démodé e a qualche gaffe.

Ecco il video che include la citazione di Silvio Berlusconi nel 6° episodio della 4a stagione di The Good Place

Non è la prima volta che Berlusconi viene citato in una sitcom statunitense. L'illustre precedente riguarda How I met your mother, serie tv di culto in America come in Italia: quando Lily e Marshall progettano di trasferirsi nel nostro Paese, Ted consiglia loro di portare con sé la vecchia poltrona dell'appartamento di New York, ma Marshall risponde: "L'Italia non ha bisogno di qualcosa di grinzoso, rosso e incapace di contenersi, che puzza di alcol e narcotici, hanno già l'ex presidente Silvio Berlusconi". Ecco lo sketch da HIMYM

The Good Place 4, il recap delle stagioni precedenti

Se ancora dovete vedere l'ultima stagione di The Good Place e avete visto la terza ormai un anno fa, è bene ripassare cos'era successo ai protagonisti. Eleanor, Chidi, Tahani e Jason avevano avuto un'altra possibilità sulla Terra, ma l'esperimento per provare a guadagnarsi l'accesso al "posto bello" era fallito, terminando quando Janet, per salvare i quattro dal tentativo di sequestro da parte di Shawn e dei suoi demoni, li aveva portati nel suo vuoto, causandone la morte.

Michael e Janet hanno poi scoperto che da centinaia di anni nessun essere umano era accettato nel "posto bello", a causa delle infinite complicanze della vita moderna. Quindi chiedono a Gen di ripetere con nuovi soggetti l'esperimento per vedere se gli umani possono migliorare. Dopo qualche riluttanza Shawn accetta, Mindy St Clair (la donna scorbutica che vive da sola nella parte media) progetta un nuovo quartiere e i demoni selezionano quattro nuovi umani moderatamente cattivi da far migliorare, rendendoli consapevoli dei loro limiti ed errori.

Michael ha, o finge di avere, un attacco di panico quando sta per entrare nel suo ufficio il primo umano, e quindi Eleanor lo sostituisce. Il primo soggetto è John, un giornalista scandalistico che ha tormentato Tahani. Il secondo è Simone, la neuroscienziata che aveva instaurato una relazione con Chidi; lui a questo punto capisce che per non far fallire l'esperimento deve sottoporsi, al pari di Simone, a una cancellazione della memoria per non ricordarsi del passato tra lui e Chidi. Ma così facendo dimentica anche Eleanor, che alla fine accetta, e poco dopo accoglie Chidi immemore del suo passato nell'aldilà.

The Good Place 4, curiosità per chi l'ha già vista (UN PO' DI SPOILER)

Prima di addentrarci nella spiegazione del finale di The Good Place, una curiosità a basso tasso di spoiler riguarda le special guest star, ovvero i personaggi famosi che fanno una comparsata nella serie.

Si può dire che gli ospiti speciali sono la dimostrazione che una serie tv ha raggiunto il successo. La serie più famosa per le guest star d'eccezione è Friends - in cui compaiono decine di attori famosi, da Leonardo Di Caprio a Brad Pitt, da Bruce Willis a Tom Selleck - ma non c'è sitcom di culto che non ne abbia avuta qualcuna, basti pensare a The Big Bang Theory (Steven Hawking, William Shatner, Will Wheaton...), Will & Grace (Madonna, Cher, Demi Moore...), o alla già citata How I met your mother (Jennifer Lopez, Carrie Underwood, Ralph Macchio e il suo rivale in Karate Kid William Zabka...).

Nell'ultima stagione di The Good Place, sono almeno due le special guest star: il primo è Timothy Oliphant (Justified, Santa Clarita Diet...) nella parte di sé stesso, o meglio nella sua versione western di Deadwood; la seconda è Lisa Kudrow, la Phoebe di Friends, che in The Good Place fa... proseguiamo dopo, ma da qui in poi gli spoiler sono pesanti, siete avvertiti.

Ecco un video trailer dell'ultima stagione di The Good Place

The Good Place 4, la spiegazione del finale della serie tv (SPOILER)

Ok, siamo al punto in cui dovreste leggere solo se avete visto il finale di The Good Place e cercate qualche spiegazione per capirne di più. Iniziamo dicendo che Lisa Kudrow fa Ipazia di Alessandria, la filosofa e scienziata dell'antichità che fa capire a Chidi e a Eleanor che il paradiso non è poi un posto così bello.

Questo perché, come spiega una stralunata Ipazia in un fugace momento di lucidità, avere tutto a propria disposizione in ogni momento alla lunga rammollisce il cervello, tant'è che lei non è più in grado di fare ragionamenti degni del suo nome. E anche Shakespeare se la passa male, scrivendo 4000 opere tremende, come la citata "La Tempesta 2... noi soffiamo ancora".

Così, dopo aver convinto la giudice Gen a creare un quartiere in cui i morti possono migliorarsi fino a guadagnarsi il paradiso, i protagonisti capiscono che per dare un senso al paradiso stesso è necessaria una soglia, un varco da attraversare quando si sente di non aver più nulla da fare, da raggiungere, da desiderare: la soglia dà un nuovo slancio agli abitanti del paradiso, che quindi pian piano decidono di attraversarla.

Tra i protagonisti, il primo a sentirsi abbastanza appagato da varcare la soglia è Jason, che quindi saluta Janet e i suoi amici e se ne va (o almeno crediamo). La seconda ad andare in crisi è Tahani, che dopo aver imparato a fare qualunque cosa sta per andarsene, quando capisce che vuole diventare un'architetta dei quartieri in cui arrivano gli umani che devono superare il test.

Tocca poi a Chidi. Eleanor prova a dissuaderlo, portandolo ad Atene e a Parigi, ma poi si rende conto che non è giusto trattenerlo, e dopo un'ultima serata insieme i due si separano e lui se ne va (e qui rivediamo per l'ultima volta Jason, che consegna a Janet la collana che voleva dargli e se ne va definitivamente). Ecco la scena in cui Chidi spiega che le persone sono come le onde, che alla fine tornano all'oceano da cui provengono

Dopo qualche "Bearimy" (anno ultraterreno) anche Eleanor si stufa. Prima convince Mindy a sottoporsi al test per lasciare la parte media e provare a interagire con le altre persone. Dopodiché, va con Janet al varco, dove sopraggiunge Michael che vuole attraversarlo ma non può. Eleanor allora capisce cosa deve fare per dare di nuovo un senso all'esistenza di Michael e convince Gen a mandarlo a vivere come una persona normale, sulla Terra, o meglio in Arizona. 

A questo punto Eleanor è pronta, varca finalmente la soglia e gli spettatori scoprono cosa succede: si diventa dei punti luminosi nello spazio. 

La scena finale ci porta quindi di nuovo sulla Terra, dove vive Michael Realman (sì, il suo cognome è "uomo reale"). Michael sta realizzando il suo sogno di vivere come una persona: partecipa a un veglione di Capodanno - prende lezioni di chitarra (questa è bella: sapete chi è la donna che gli insegna a suonare? È Mary Steenburgen, che nella realtà è la moglie di Ted Danson, l'attore che interpreta Michael) e dice a un amico che sta per arrivare al bar anche se non è vero.

Ma è nella scena finale che Michael raggiunge il picco della sua felicità. La particella di luce in cui si è trasformata Eleanor arriva sulla Terra, e si posa sulla spalla di un uomo che ha appena buttato una lettera. L'uomo cambia idea, raccoglie la busta dal cestino e la porta al suo destinatario, proprio Michael. 

La busta (intestata appunto a Michael Realman) contiene una tessera della piattaforma e-commerce Coyote Joe's, in cui si spiega che acquistando con quella carta Michael potrà avere pubblicità indirizzate al suo target. L'ex demone è così felice che ringrazia di cuore il latore della lettera, che risponde "Take it easy". E Michael pronuncia le ultime parole di questa serie tv: "Take it sleazy". Sleazy in inglese significa "squallido", ma la battuta è un gioco di parole con "take it easy" che signiica più o meno "vai tranquillo". 

Ma perché Michael dice "take it sleazy"? Si tratta di un "easter egg", di una curiosità nascosta dedicata ai fan della serie. Nella prima stagione, infatti, quando Michael torturava i quattro protagonisti, aveva confessato che il suo più grande sogno era vivere sulla Terra, ricevere una tessera a punti qualunque, dire a qualcuno "take it sleazy" (tradotto con "arrive - demon - erci"). Proprio quello che ha realizzato nell'ultima scena di The Good Place, con un finale che non si può guardare senza emozionarsi almeno un po'.

E se avete ancora un po' di nostalgia, concludiamo con un video che contiene tutti i reboot a cui sono stati sottoposti i protagonisti di questa sitcom giunta al suo finale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"The Good Place", stagione finale su Netflix: ripasso, spiegazioni... e quella battuta su Berlusconi

Today è in caricamento