Giovedì, 4 Marzo 2021
Amazon anticipazioni

Le cose da sapere prima di vedere la serie "Tutta colpa di Freud", in uscita il 26 febbraio

Dove vederlo, il cast, le differenze con il film del 2014

Il 26 febbraio 2021 esce su Amazon Prime Video la serie tv Tutta colpa di Freud, che può essere definita un remake (qualcuno dice uno spinoff, ne parleremo nel corso di questo articolo) dell'omonimo film del 2014. Vediamo nel dettaglio cosa sappiamo di questa nuova serie: di cosa parlerà, da chi è composto il cast, quali sono le differenze con il film...

Ma prima va sottolineata una cosa: la serie tv che si vedrà su Amazon non è la miniserie che andò in onda il 7 e l'8 dicembre 2014 su Canale 5: quella era una sorta di versione estesa del film, con alcune scene inedite, che fu montata e trasmessa sull'onda del successo del film; questa che vedremo tra pochi giorni è una serie tv del tutto nuova, con altri attori. 

Ripasso del film "Tutta colpa di Freud"

Prima ancora del film, sempre nel 2014, uscì per la casa editrice Mondadori un libro, scritto da Paolo Genovese, che ha poi diretto il film. Il protagonista è Francesco Taramelli, interpretato da Marco Giallini. Francesco è uno psicanalista (da cui il riferimento a Sigmund Freud nel titolo), cinquantenne, separato e padre di tre figlie.

La prima figlia è Sara (Anna Foglietta), una donna lesbica che torna dagli Stati Uniti decisa a "diventare" eterosessuale dopo l'ennesima delusione amorosa; Marta (Vittoria Puccini) è una giovane donna che gestisce la libreria del nonno; Emma (Laura Adriani) è una diciottenne che ha una relazione con Alessandro, architetto cinquantenne sposato con Claudia.

Quando Francesco viene a sapere che Emma frequenta Alessandro che ha la sua età, convince quest'ultimo a seguire alcune sessioni di psicoterapia con lui, ufficialmente per aiutarlo a mettere fine al matrimonio, ma in realtà tentando di fargli recuperare il rapporto con la moglie allontanandolo così dalla figlia. Solo successivamente scoprirà che la moglie di Alessandro è proprio la donna che incontra tutti i giorni e di cui è innamorato, senza tuttavia riuscire mai a dichiararsi.

Il riassunto si interrompe qui per evitare spoiler, con il consiglio di (ri)vedere il film, disponibile su Netflix. Ecco il trailer

Trama della serie tv "Tutta colpa di Freud"

Per quanto riguarda la serie tv, la cui data di uscita in streaming è il 26 febbraio, Prime Video anticipa questa breve sinossi

"Da anni separato dalla moglie, Francesco è uno psicanalista cinquantenne, padre di tre figlie ormai adulte. Quando anche l’ultima sta spiccando il volo, una serie di eventi le riporta tutte e tre al nido. Con il ritorno delle ragazze sopraggiungono anche gli attacchi di panico, e lo psicanalista è costretto ad assumere ansiolitici e andare a sua volta in terapia.  Basato sull'omonimo film di Paolo Genovese del 2014, la serie è composta da otto episodi ed è una co-produzione Rti e Lotus Production con la collaborazione di Amazon Prime Video".

Differenze tra film e serie tv: remake, reboot e casi analoghi 

Dalle anticipazioni si intuisce che la serie riprende la storia del film, con qualche differenza che si noterà con il passare degli episodi: tecnicamente, quindi, non è propriamente uno spinoff, cioè un'opera derivata che prende spunto dalla principale per raccontare storie parallele e personaggi secondari (per intenderci, come Station 19 che è uno spin off di Grey's Anatomy).

La serie Tutta colpa di Freud sarà più che altro un remake, o al limite - ma questo lo scopriremo quando sarà uscita - un reboot, ovvero una nuova versione in cui si ricreano dall'inizio i personaggi e la sequenza della storia, con la totale o parziale riscrittura degli eventi avvenuti in quella originaria.

Quello di Tutta colpa di Freud non è certo il primo caso in cui da un film italiano di successo vengono tratte serie tv: per citare i casi più famosi, è avvenuta la stessa cosa con un altro film di Genovese ovvero Immaturi, ma anche con Suburra, Romanzo Criminale e in un certo senso con Gomorra.

Il cast della serie tv "Tutta colpa di Freud"

La serie può contare sulla supervisione artistica di Paolo Genovese, ma alla regia c'è Rolando Ravello. Nel cast, al posto di Giallini ci sarà Claudio Bisio a interpretare lo psicanalista Francesco. Le tre figlie sono interpretate da Caterina Shula, Marta Gastini e Demetra Bellina; completano l'elenco degli attori due nomi noti al grande pubblico come Claudia Pandolfi e Max Tortora.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le cose da sapere prima di vedere la serie "Tutta colpa di Freud", in uscita il 26 febbraio

Today è in caricamento