rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Spettacoli&Tv

Shia LaBeouf di nuovo in manette: “Comportamento molesto ed ebbrezza"

L’attore di ‘Transformers’ è stato fermato alle 4 del mattino di sabato 8 luglio in Georgia: la polizia fa sapere che sarebbe diventato violento dopo aver chiesto una sigaretta a un passante

Nuovi guai giudiziari per Shia LaBeouf. L’attore 31enne di ‘Transorfmers’, già arrestato lo scorso gennaio durante una manifestazione anti Trump e ancora nel 2014 e nel 2015 , è finito in manette sabato 8 luglio, a Savannah, in Georgia, dove si trovava per le riprese del film ‘The Peanut Butter Falcon’.

Secondo l’ufficio dello Sceriffo della Contea di Chatham, LaBeouf sarebbe diventato violento dopo aver chiesto una sigaretta a un passante che gliel’avrebbe rifiutata. 

"È diventato riottoso, ha cominciato a utilizzare un linguaggio volgare e parole blasfeme davanti alle donne e ai bambini presenti. Gli è stato intimato di andarsene ma si è rifiutato e la sua aggressività verso l'agente che lo aveva fermato è aumentata. Quando il poliziotto ha cercato di arrestarlo, LaBeouf è fuggito verso un hotel adiacente. È successivamente stato arrestato all'interno della struttura dove il suo comportamento molesto è continuato” ha fatto la polizia con una nota. 

Le accuse a suo carico sono di ostruzione, comportamento molesto e stato di ebbrezza in luogo pubblico. 

Trattandosi di reati minori, la cauzione sarebbe stata fissata a 3500 dollari, pagati regolarmente verso le prime ore del mattino dello stesso giorno perché l’attore potesse lasciare il carcere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shia LaBeouf di nuovo in manette: “Comportamento molesto ed ebbrezza"

Today è in caricamento