Domenica, 25 Luglio 2021
Spettacoli&Tv

Sollecito contro la Rai: "Lesa la mia immagine, faccio causa alla Leosini"

L'annuncio dell'informatico pugliese ai microfoni de La Zanzara, su Radio 24. Nel mirino l'intervista a Rudy Guede, "l'unico assassino di Meredith"

Raffaele Sollecito

ROMA - "L'intervista con la Leosini è una grave lesione della mia immagine. Sono stato assolto in via definitiva, mentre si è parlato di altri colpevoli e di concorso in omicidio di altre persone. Solo chiacchiere. Rudy Guede è l'unico assassino di Meredith". Questo lo sfogo, a La Zanzara su Radio 24, di Raffaele Sollecito, l'informatico pugliese assolto in via definitiva per l'omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, avvenuto a Perugia nel novembre del 2007.

IN TRIBUNALE - "La Leosini e la Rai - dice Sollecito - hanno permesso a Guede di dire un sacco di bugie omettendo diversi punti cardine dell'inchiesta discussi in otto anni. E Guede è stato dichiarato un bugiardo e un millantatore. Ci doveva essere un contraddittorio diretto con me, oppure attenersi agli atti. Invece la Leosini è stata poco professionale". 

L'INTERVISTA - "La gente ha seguito in prima serata questa intervista - dice Sollecito - e molti si sono bevuti tutte queste chiacchiere. Mi hanno sbattuto in faccia cose allucinanti, hanno gettato ancora sospetti su di me con le parole di Guede".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sollecito contro la Rai: "Lesa la mia immagine, faccio causa alla Leosini"

Today è in caricamento