rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021

"Ad Astra", perché vedere il film di fantascienza con un sontuoso Brad Pitt su Prime Video

Lo scorso 11 ottobre su Amazon Prime Video è uscito Ad Astra, film del 2019 diretto da James Gray e con protagonista Brad Pitt. Come si può intuire già dal titolo - che rimanda al proverbio latino "per aspera ad astra" che significa "attraverso le asperità fino alle stelle" - si tratta di un film di fantascienza: in questo genere cinematografico su Prime non mancano i film (e le serie tv) che ci sentiamo di consigliare e neanche quelli che secondo noi sarebbero da evitare (esempio 1; esempio 2). Ad Astra, secondo noi, è tra i film di fantascienza da vedere, se si amano le storie ambientate nello spazio. 

Prima di spiegare perché inseriamo questo titolo tra i film consigliati di Prime, riassumiamo brevemente la trama. 

Ad Astra, di cosa parla il film con Brad Pitt

Roy McBride (Pitt) è un maggiore della Spacecom, il comando spaziale statunitense, che all'inizio del film è coinvolto in un incidente mentre lavora su una altissima antenna che dal suolo arriva fino in orbita.

L'incidente, secondo la Spacecom, è stato causato da un picco di energia causato dal sistema di alimentazione del progetto LIMA, una missione esplorativa comandata dall'astronauta H. Clifford McBride (Tommy Lee Jones), padre di Roy che ha lasciato la Terra 29 anni prima in cerca di altre forme di vita intelligenti nell'universo conosciuto.

Roy viene quindi incaricato di recarsi su Marte, estremo avamposto umano nello spazio e immune ai picchi di energia che stanno causando migliaia di morti, per inviare un messaggio al padre e invitarlo a desistere. Con le buone o, se necessario, anche con le cattive, a costo di andarlo a cercare dalle parti di Nettuno. Non spoileriamo oltre, ma vi consigliamo di dare uno sguardo al trailer di Ad Astra.

Perché vedere il film "Ad astra"

Se state cercando un film con alieni, guerre spaziali tra terresti ed extraterrestri e tanta tanta azione, allora Ad Astra non è ciò che fa per voi.

Perché lo spazio, l'ambientazione fantascientifica di Ad Astra sono in pratica un pretesto per parlare di altro, e in particolare del rapporto tra un padre che ha sempre messo il lavoro al primo posto e un figlio che ha imparato a comportarsi di conseguenza.

La separazione dalla moglie Eve (Liv Tyler, che forse cercava più qualcuno alla Ben Affleck di Armageddon...) e soprattutto i ripetuti controlli psicologici a cui si sottopone il maggiore McBride sono in tal senso funzionali al racconto di un uomo anaffettivo, capace di non scomporsi neanche mentre precipita da svariati chilometri di altezza con una pesante tuta da astronauta addosso. 

In questo, la prova d'attore di Brad Pitt è impressionante. Il divo hollywoodiano, solitamente esuberante nei suoi ruoli, qui lavora per così dire "in sottrazione" per dare al suo personaggio una connotazione arcigna, sotto la cui scorza però si intravvede una persona che reprime i propri sentimenti perché solo così può andare avanti. 

Ad Astra è un film molto apprezzato dalla critica ma che nei botteghini cinematografici cha incassato meno del previsto, lasciando alla Fox un debito di circa trenta milioni di dollari. Tuttavia, a nostro avviso, ciò può dipendere dalla distanza tra ciò che il film racconta e ciò che molti spettatori si aspettavano di vedere. Chiarito l'equivoco, e spiegato il senso di quest'opera, Ad Astra diventa un film da guardare con estremo piacere: basta arrivare preparati.

Voto: 8

Si parla di
Sullo stesso argomento

"Ad Astra", perché vedere il film di fantascienza con un sontuoso Brad Pitt su Prime Video

Today è in caricamento