rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Tv

"Hilter non voleva la Seconda Guerra Mondiale": l'intervento di Orsini in tv che fa discutere

Orsini era ospite del programma Accordi&Disaccordi

Alessandro Orsini di nuovo al centro del dibattito televisivo, e social, dopo le sue ultime dichiarazioni sulla Seconda Guerra Mondiale. Ospite di Accordi&Disaccordi sul Nove, insieme al direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio, il professore della Luiss ha voluto spiegare perché l'ingresso di nuovi paesi nella Nato costituirebbe un enorme pericolo "per l'umanità".

Alessandro Orsini, Hitler e la guerra in Ucraina

Per poter spiegare la sua tesi ha preso come paragone Hitler e la Seconda Guerra Mondiale: "Ho bisogno di pochissimi secondi per chiarire come sia scoppiata la Seconda Guerra Mondiale. Siccome tantissime persone hanno un’idea distorta di cosa sia successo nel '39, hanno un’idea sbagliata di cosa dobbiamo fare per venire a capo di questo conflitto. La Seconda Guerra Mondiale non è scoppiata, come molti pensano, perché a un certo punto Hitler ha deciso di attaccare l’Inghilterra, la Francia, la Polonia e la Russia. Hitler non aveva nessuna intenzione di far scoppiare un conflitto mondiale".

"Quello che è successo - ha aggiunto - è che i Paesi europei hanno creato delle alleanze militari, ognuna delle quali conteneva un articolo 5 della Nato, cioè un articolo che prevedeva nel caso di attacco di un Paese straniero che tutti i membri della coalizione sarebbero entrati in guerra". Per questo motivo "quello che successe è che il 1 settembre del ’39 la Germania invase la Polonia. Inghilterra e Francia si erano alleati con la Polonia e si creò un effetto domino, a cui Hitler non aveva interesse e che Hitler non si aspettava nemmeno che scattasse".

Da ciò il parallelismo con Putin e la guerra in Ucraina: "Adesso arrivo ad oggi, perché i nostri leader mondiali sono dei pazzi che ci stanno portando verso il baratro: chiarito che la seconda guerra mondiale non è scoppiata perché a un certo punto l’ha deciso Hitler, ma perché erano state stipulate delle alleanze militari simili alla Nato, è chiaro che da un punto di vista statistico maggiore è il numero dei Paesi europei ai confini con la Russia che entrano nella Nato, maggiore è la probabilità di una catastrofe nucleare, maggiore è la probabilità che scoppi la terza guerra mondiale".

Il video dell'intervento di Alessandro Orsini

hitler orsini-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Hilter non voleva la Seconda Guerra Mondiale": l'intervento di Orsini in tv che fa discutere

Today è in caricamento