Venerdì, 14 Maggio 2021

Anna Oxa in causa con la Rai: "L’ufficio legale bloccava le richieste dei programmi che mi volevano"

La cantante si è raccontata in un'intervista che ha ripercorso i momenti più salienti della sua vita alla vigilia del suo 60esimo compleanno

Anna Oxa

A pochi giorni dal suo 60esimo compleanno, Anna Oxa si è raccontata in una lunga intervista che ne ha ripercorso la carriera artistica, ma anche la vita personale segnata da successi ma anche da momenti che hanno lasciato qualche amarezza. Lontana dalle scene da tempo, oggi la cantante - nata a Bari da padre albanese e da madre italiana - vive in Svizzera, in una casa nella natura da cui – racconta al Corriere della Sera – “vedi tutto: l’inverno, la neve, il freddo, la primavera (…) Oggi, l’arte è diventata che sei un artista perché qualcuno lo decide, perché ti fa fare dischi o programmi tv, ti fa fare business purché si arrivi a qualche forma di potere, ma è come dire a Picasso di dipingere dieci sedie perché si vendono. Invece, stare nel movimento della natura è essenziale per stare nel processo creativo”.

Diverse le pagine della storia dello spettacolo italiano che l’hanno vista protagonista su palchi importanti come quello del Festival di Sanremo, da cui si è esibita in diverse edizioni che spesso hanno lasciato strascichi di polemiche. In particolare, la sua presenza all’Ariston nel 2006 portò critiche feroci perché giudicata troppo cupa: “Mi hanno chiesto di andare e ho detto: vengo, se posso portare quello che sono e ho portato una mistura di suoni, vibrazioni, drammaturgia, un mare di umanità, una dimensione che non era più quella della canzone. Però, siccome tanti non si esprimono mai, se c’è uno che si esprime, tutti gli danno addosso”, ha affermato commentando quel momento.

Poi, il riferimento alla Rai con cui è in causa da anni: “Io ho vissuto il processo creativo, che m’importa se altri fanno il branco e poi devono sbranare il lupo? È una vita che cercano di farlo. Da quando nel 2013 mi sono fatta male a Ballando con le stelle, la Rai mi ha chiuso le porte, anche se io ho fatto causa solo nel 2019, perché comunque l’ufficio legale bloccava tutte le richieste dei programmi che mi volevano”, ha affermato, “Questa come la chiamate: non violenza? Ma io sono tranquilla, faccio la mia arte, la gente mi segue lo stesso”. Veto della Rai che, ha sostenuto ancora Anna Oxa, sarebbe stato posto dalla Rai anche per il Festival.

Anna Oxa, il dolore per la morte della madre e l’amore per i suoi figli

Anna Oxa ha indicato nella morte della madre avvenuta vent’anni fa come uno dei momenti più determinanti della sua vita, “uno di quei dolori così forti che non possono restare fini a se stessi”, ha confidato: “Mi si è aperto un mondo e, soprattutto, mi si è aperta ‘la domanda’, quella della vita e della morte, di questo passaggio di cui non ti accorgi, perciò rimandi tante cose, invece di osservare e comprendere che cosa fa veramente parte di te e che cosa, invece, hai integrato da fuori: giudizi, idee, luoghi comuni…”.

Quanto all’aspetto sentimentale, la cantante che ha avuto tre mariti, più una lunga storia con Gianni Belleno dei New Trolls, padre dei figli Francesca e Qazim, ha spiegato di aver imparato come “tante idee sull’amore non appartengono all’amore, tipo: il possesso, il controllo di un altro, vivere l’altro come una stampella”. E sull’educazione data ai suoi figli: “Anzitutto, sono cresciuta con loro, per cui, non ho usato il senso di autorità, ho imparato attraverso di loro e attraverso la mia vita e perciò non mi sono mai presentata come la perfezione”, ha detto: “Non ho mai detto questo sì o questo no. Ho dato loro la possibilità di fare delle esperienze, ma non di portarsele dietro rimanendo sempre uguali, senza evolversi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anna Oxa in causa con la Rai: "L’ufficio legale bloccava le richieste dei programmi che mi volevano"

Today è in caricamento