Sabato, 17 Aprile 2021

Asia Argento dopo lo scandalo Weinstein: “Me ne vado dall’Italia”

L’attrice ha annunciato la sua intenzione nel corso di un’intervista al programma di Rai3 'Cartabianca'

Asia Argento a 'Cartabianca'

“Tornerò in Italia in vacanza. Non vado via subito, ci vorrà un pò di tempo per organizzarmi, ma non vedo cosa ci sto a fare in Italia adesso, tornerò quando le cose miglioreranno per combattere le battaglie con tutte le altre donne”: Asia Argento ha annunciato la sua intenzione di lasciare il Paese nel corso dell'intervista esclusiva mandata in onda su Rai Tre a Cartabianca e registrata da Berlino, dove l’attrice si è recata dopo aver denunciato la violenza subita da Harvey Weinstein ed essere stata destinataria di critiche e attacchi. 

Caso Weinstein, tutti contro Asia Argento e lei sbotta: "Solo io tr***?" 

“Sono a Berlino perché avevo bisogno di andarmene un pò dall'Italia, dove il clima di tensione è abbastanza pesante su me e sulla mia famiglia, avevo bisogno di respirare” ha detto l’attrice e regista che ha raccontato per la prima volta in tv quanto subito dal produttore cinematografico. 

“Quello che mi ha ferito di più sono state le critiche delle donne, come quelle che mi hanno detto che avrei potuto dire di no. Avrei voluto vedere loro dire di no, con un omone alto di due metri con una faccia e una pancia così… Io non potevo dire no, per me è stata una violenza vera, non potevo scappare’” ha detto la Argento aggiungendo di essersi in colpa per anni a causa del fatto di non essere riuscita a scappare e di non aver avuto il coraggio di denunciare. 

Asia Argento, le vecchie lettere su Weinstein: "È un mostro, mi violenta" 

La sua scelta di parlare adesso è venuta proprio dalla speranza di “poter cambiare il mondo per le nostre figlie, in modo che non abbiano più paura, che non debbano più scappare” ha dichiarato ancora la figlia di Dario Argento che ha smentito categoricamente chi l’ha accusata di avere preso scorciatoia per fare carriera.

“Non ho avuto nessun favore. Non mi fa piacere stare qua a parlare di queste cose, il mio unico potere è stato dire di no alle proposte di regali e di film che arrivavano da Weinstein, non ho più fatto provini o letto un copione per loro (…) Sono stata chiusa in una stanza con un maniaco sessuale, un predatore seriale che si è approfittato di me, io ero una ragazzina” ha precisato per poi confermare di aver subito altre molestie sessuali nel corso della sua carriera: “Non ho bisogno di fare i nomi, perché in Italia c'è la prescrizione. Anche se li denunciassi non avrei nessun potere giuridico contro questi uomini, ma l'ho comunque detto per sostenere altre donne nel denunciare”.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asia Argento dopo lo scandalo Weinstein: “Me ne vado dall’Italia”

Today è in caricamento