rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Tv

Ballando, Ciacci smorza i toni e ricorda l'amica Melato: "Molto rumore per nulla. Mariangela si sarebbe divertita" | L'INTERVISTA

Nessuna tensione tra il look maker e Ivan Zazzaroni, tacciato di omofobia per essersi rifiutato di votare la coppia same sex. Polemiche inesistenti, ci assicura, così come spesso fantasiose sono le chiacchiere sulla sua vita privata. L'obiettivo è solo uno, anzi due: divertirsi e lanciare un messaggio di apertura che può aiutare tanti giovani e non solo

"Adorata, un secondo che metto l'auricolare. Se senti confusione è perché stanno montando una scenografia, è un inferno. Eccomi, ci sono", e con quell'"inferno" in sottofondo Giovanni Ciacci per una ventina di minuti al telefono è il nostro Caronte, nello studio mezzo vuoto che si accenderà da lì a poche ore per un'altra puntata di "Ballando con le stelle"

Polemiche, critiche, retroscena, emozioni: il look maker, che nel weekend indossa anche le cuffie da speaker nel programma di Radio Zeta "Una Zeta a Pois", ci traghetta ovunque con la sua proverbiale ironia e un'inaspettata tenerezza, palpabile quando parla del desiderio di adottare un bambino, toccante quando ricorda la grande amica Mariangela Melato, commovente quando racconta di una ragazza che gli ha detto "grazie".

Sei il primo uomo nella storia di "Ballando con le stelle" a ballare con un altro uomo. L'idea è stata davvero tua o c'è lo zampino della produzione per creare appeal intorno al programma?
"No, è stata una mia idea. Se dovevo farlo, dovevo farlo così come lo sto facendo. Non lo avrei mai fatto in un'altra maniera. Ho dovuto comunque fare il provino, poi Milly si è informata e ha visto che esistevano gare di same sex dance, che c'è una federazione e quindi eravamo nei parametri giusti. Ha detto sì quasi subito".

Che insegnante è Raimondo Todaro?
"Una persona meravigliosa, mi diverto da morire. Quando pensavo 'chissà con chi ballerò', ero sicuro fosse lui. Noi due siamo gli opposti che si attraggono: lui ama lo sport e io non sono sportivo, lui è un campione di ballo e io una padella, lui ha una famiglia e a me piace essere libero, io amo la lirica e lui non sa nemmeno di cosa parlo. Siamo davvero gli opposti, ma quando sto con lui mi sento completo. C'è una confidenza totale tra noi. Ieri per la prima volta è venuta sua figlia nello studio, non aveva mai visto il papà al lavoro e sono stato felice di condividere questo momento con lui. E' stata un'emozione fortissima. Vorrei tanto adottare un bambino, da single. E' un mio grande desiderio e quando sarà possibile farlo in Italia lo farò. Si sono realizzate tante cose negli ultimi anni, sono sicuro arriverà anche questo".

Intorno alla vostra coppia sono nate parecchie polemiche. Partiamo dalla prima, quella sollevata da Mario Adinolfi che ha definito questa scelta "vergognosa", "una tassa ideologica pagata alla lobby Lgbt", sostenendo che non è "naturale" vedere due uomini ballare insieme. Come rispondi a queste parole?
"Ormai sono un paio di puntate che balliamo insieme, cosa si è visto di tanto scandaloso? Ma chi se ne frega di tutto questo. Noi ci divertiamo, io mi diverto, forse si dovrebbe divertire anche lui un po' di più".

Vedere due uomini ballare insieme non è piaciuto nemmeno a Ivan Zazzaroni, che nella seconda puntata si è rifiutato di votarvi perché "esteticamente brutti"...
"Io continuo a ripetere che è un suo pensiero e lo rispetto, come rispetto i pensieri di tutti. Non lo condivido ma ne prendo atto e vado avanti. Io ballo, che mi frega. Poi se ballo male o ballo bene lo dicono i giudici, sono lì per quello".

Una polemica sterile quindi, magari più utile ai giornalisti a caccia di bagarre. E' stato eccessivo parlare di omofobia?
"Io Ivan lo conosco, è l'ultimo al mondo che può essere definito omofobo. E' un suo gusto, un suo pensiero, e lo dice. E' lì per fare il giudice, perché non deve dirlo? Vanno rispettate le opinioni di tutti. Ivan Zazzaroni non è quello che hanno definito. A parte queste chiacchiere, posso dire di essere contento di una cosa: ieri sera, dopo le prove, stavo andando a cena con Raimondo e uscendo dall'Auditorium mi ha fermato una ragazza per ringraziarmi, perché sabato scorso dopo aver visto la nostra esibizione è riuscita a dire alla nonna che è lesbica. E oggi un altro ragazzo, sempre fuori l'Auditorium, mi ha fermato e mi ha detto: 'Grazie perché balli anche per me'. Mi sono messo a piangere. A me basta questo, tutto il resto cosa conta? Sta a zero".

Appunto, basta polemiche. Negli ultimi due mesi hai perso 23 chili, merito di Ballando o dell'amore? 
"E' merito di Gianluca Mech e della tisanoreica. Una buona dieta abbinata ad allenamenti intensivi è servito. L'amore? Tesoro, è così noioso. Ora cerco solo relax. Certo diventare una principessa sarebbe molto divertente, per ora sono solo un soubrette". 

Hai detto di aver condiviso per 10 anni un fidanzato con uno dei giurati, che alla fine ha scelto te. Se non vuoi svelare il nome, ci dici almeno come sono ora i rapporti tra voi? Seppellita l'ascia di guerra?
"Chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato. Sono cose vecchie ormai. Diciamo che non abbiamo fumato insieme il calumet della pace".

Ti definisci "poliamoroso" e totalmente libero sessualmente. In questa libertà c'è mai stata una donna?
"Su di me girano tante leggende, ormai non capisco più quale è la realtà e quale la fantasia. Basta con questa prurigine nei miei confronti. Se c'è mai stata una donna? La mia vita è piena di donne, lo è da sempre. Sono cresciuto in una famiglia di donne, la mia carriera la devo alle donne. C'è stata però una donna straordinaria, che in questo momento avrei tanto voluto accanto a me, Mariangela Melato. Ci penso da giorni. Lei in questa bagarre avrebbe riso tanto, si sarebbe divertita davanti a tanto rumore per nulla". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballando, Ciacci smorza i toni e ricorda l'amica Melato: "Molto rumore per nulla. Mariangela si sarebbe divertita" | L'INTERVISTA

Today è in caricamento