Domenica, 19 Settembre 2021
Tv

Belen, Stefano e la ‘Taranta’ delle polemiche. Freccero contro gli intellettuali: “Sessismo da andropausa”

Il direttore di Rai Due commenta le critiche mosse da un gruppo di intellettuali alla presenza della coppia al concertone de 'La Notte della Taranta' trasmesso per la prima volta sul secondo canale

Belen Rodriguez e Stefano De Martino

Bisognerà aspettare il 24 agosto per vedere se Belen Rodriguez e Stefano De Martino, così belli, così (ri)innamorati, funzionano bene come inviati televisivi proprio come nella vita privata. L’occasione sarà il concertone de ‘La Notte della Taranta’, trasmesso per la prima volta in diretta su Rai Due da Melpignano, in provincia di Lecce, cittadina nel cuore di quel Salento che nel 2014 fece da cornice alle loro social-issime vacanze e che adesso si prepara ad accoglierli come ‘intermediari’ tra la tradizione e la cultura musicale dell’incantevole Terra e la nazione intera.

In questi giorni, però, l’ospitalità proverbialmente attribuita come dote genetica del popolo de ‘lu sule, lu mare, lu jentu’ subisce una limitata eccezione causata proprio dalla presenza dei protagonisti del gossip in un festival di musica popolare, invisa ai firmatari del cosiddetto ‘Appello alla dignità’ che alla coppia così assortita dice un categorico, assoluto no. “Perché – si chiede nella lettera pubblicata sul Corriere del Mezzogiorno il professore Andrea Carlino, promotore dell’iniziativa contro Belen e Stefano al Concertone di Melpignano – la paziente costruzione della Notte della Taranta che, pur tra le contraddizioni mille volte segnalate, con le oscillazioni tra tessiture complesse e cedimenti a modelli commerciali e decisamente meno elaborati, si è rivelata uno straordinario progetto creativo culturale, sociale e politico, deve ora confondersi con il gossip, il trash, la rete sovranista, il populismo?”.

Se l’interrogativo, uno dei tanti rivolti dal gruppo di intellettuali e docenti ai membri della Fondazione Notte della Taranta non ha sortito le risposte dei diretti interessati, il direttore di Rai Due Carlo Freccero ha replicato al disappunto del gruppo contrariato alla presenza della coppia Rodriguez – De Martino, precisando il ruolo che le sarà attribuito durante l’evento.

Notte della Taranta, parte l’appello contro Belen Rodriguez e Stefano De Martino 

Belen e Stefano alla Notte della Taranta: le dichiarazioni di Carlo Freccero

Intervistato sull’argomento da Antonio Della Rocca del Corriere del Mezzogiorno, Carlo Freccero ha spiegato che Belen e Stefano, a partire dalle 22.35 del 24 agosto,su Rai Due “racconteranno al pubblico che cos’è la Taranta, cosa rappresenta, cosa significa. Saranno, cioè, dei mediatori che, con l’aiuto di un giornalista molto competente che è anche un antropologo, dovranno spiegare al pubblico il significato della Notte della Taranta”.

Inevitabile, poi, il suo commento sulla polemica scaturita dai firmatari della suddetta lettera definiti come “un gruppo di intellettuali piuttosto tradizionalista”: “Se il gruppo di pressione è così importante la Notte della Taranta ritorna su Rai 5 (canale su cui è stata trasmessa lo scorso anno, ndr) su cui avrà una diffusione molto ridotta”, ha affermato Freccero, certo che non ci sia alcun rischio che la Notte della Taranta si trasformi da evento culturale a spettacolo commerciale perché – ha precisato – “noi riprendiamo il programma e siccome vogliamo che ci sia un grandissimo successo, aggiungiamo due mediatori”.

Infine, l’appunto più pungente: “Gli accademici a volte diventano un po’ trash (…) Sono rimasto colpito per la loro superficialità. Ne esce fuori in qualche modo un sessismo da andropausa. Il loro linguaggio mi sembra ossessivo”, osservazione che, non passata certo inosservata agli occhi e alle orecchie dei diretti interessati, è stata oggetto di notazione altrettanto graffiante dal promotore dell’iniziativa Carlino.“Se noi siamo tradizionalisti, trash e anche sessisti (?!?!), Carlo Freccero (and Co.) è il teorico di #youporn”, la dichiarazione scritta su Facebook a corredo dell’intervista di Freccero.

Alla Notte della Taranta mancano ancora più di due mesi, ma il frenetico balletto di giudizi e opinioni già volteggia attorno all'evento che se prima poteva essere poco poco noto al pubblico generalista, adesso già gode di una certa notorietà. D'altronde,“voglio fare della Notte della Taranta il Sanremo estivo”, è stata la dichiarazione di Freccero a margine della conferenza stampa di preparazione dell’evento che si è tenuta a Mosca con i vertici della Regione Puglia... E le premesse per raggiungere l'obiettivo già ci sono: le polemiche, immancabili. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belen, Stefano e la ‘Taranta’ delle polemiche. Freccero contro gli intellettuali: “Sessismo da andropausa”

Today è in caricamento