Sabato, 23 Ottobre 2021
Tv

Beppe Bigazzi, parla l'amico: "Non era gravemente malato, ha scelto di morire"

Il volto storico de 'La Prova del Cuoco' aveva 86 anni, ma le sue condizioni non erano gravi secondo Paolo Tizzanini

La morte di Beppe Bigazzi ha scosso il mondo dello spettacolo. 86 anni, volto storico de 'La Prova del Cuoco', il conduttore se ne è andato mercoledì 9 ottobre dopo aver lottato contro una lunga malattia, o almeno queste sono state le dichiarazioni ufficiali. Secondo il suo amico fraterno Paolo Tizzanini, invece, le cose sono andata diversamente. 

"Beppe non era gravemente malato, come è stato scritto - ha raccontato a Fanpage -. Aveva un problema di salute di quelli che capitano a chi ha 80 anni ma l'aveva superato abbastanza bene. La mia impressione è che abbia voluto morire. Aveva smesso di mangiare. La sua non era la cartella clinica di un malato terminale, non lottava contro alcun male. Ha scelto di lasciarci in modo sereno". Tizzanini poi entra nei dettagli degli ultimi giorni di vita di Bigazzi: "Era 20 chili, non mangiava più ma era a casa tranquillo, sereno nel suo letto. Quando la dottoressa lo ha incontrato giovedì, la ha rimproverato: 'Signor Beppe, lei non ha una malattia. E' lei che non reagisce'".

Beppe Bigazzi negli ultimi tempi si era ritirato a vita privata, lontano dalla tv e dai riflettori, e così, secondo il suo grande amico, ha deciso di andarsene: "Era una persona che ha avuto il coraggio di decidere per sé stesso fino all'ultimo e che va rispettato anche per questo. Con la sua intelligenza e la sua saggezza avrebbe potuto vivere fino a 200 anni. Ha scelto di andare via in maniera serena".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beppe Bigazzi, parla l'amico: "Non era gravemente malato, ha scelto di morire"

Today è in caricamento