Domenica, 1 Agosto 2021
Consigli streaming

"Blackout Love", il film italiano che fin dal titolo sembra una bella commedia americana

La recensione del film da vedere su Amazon Prime Video

Anna Foglietta in Blackout Love, il film di Francesca Marino disponibile su Amazon Prime Video

Sfogliando distrattamente la homepage di Amazon Prime Video, può capitare di imbattersi nel poster di Blackout Love ma di passare oltre, magari pensando (erroneamente) all'ennesimo film d'amore americano.

Invece, non solo Blackout Love è un film italianissimo - prodotto da GrØenlandia, in coproduzione con Rai Cinema e in collaborazione con Prime Video - ma è anche una commedia assolutamente divertente e godibile nella sua semplicità.

I tanti motivi per recuperare Love and Monsters su Netflix (e quello per evitarlo)

Insomma, non è un film che vincerà l'Oscar, ma è assolutamente da inserire nella categoria dei "film da vedere su Prime quando si vuole passare una serata tranquilla sul divano con il proprio partner". Questo non significa che sia sconsigliato ai single, tutt'altro, ma come spiegheremo più avanti vedere Blackout Love in coppia è quasi "terapeutico".

In coppia o da soli, ecco le cose da sapere e i motivi per vedere Blackout Love, dal 9 luglio solo su Prime Video.

Blackout Love, di cosa parla il film su Prime

In qualche modo, la premessa di Blackout Love ricorda quella di Maschile Singolare, altro film italiano recentemente uscito su Prime e con cui condivide l'attore Giancarlo Commare, qui in un ruolo più marginale (e più eterosessuale). 

La protagonista è Vera, interpretata da Anna Foglietta: dopo il trauma dell'abbandono del suo ex, passa da un uomo all'altro - tra cui Commare/Giulio - senza trovare e neanche cercare il nuovo vero amore. Finché, un giorno, si ritrova in casa proprio Marco (Alessandro Tedeschi), il suo ex, che ha appena avuto un incidente.

Neanche il tempo di chiarire perché sia lì, Marco sviene e finisce in ospedale, dove il medico spiega a Valeria e alla madre di Marco che l'uomo ha perso la memoria dell'ultimo anno in seguito all'incidente, e quindi in preda a questo blackout crede di essere ancora fidanzato e convivente con Valeria.

Naturalmente rivelargli la verità sarebbe un trauma fatale, quindi Valeria è costretta a fingere di essere ancora la compagna di colui che l'ha abbandonata. A convincerla, più che il dottore, è il desiderio di vendicarsi e di essere lei stavolta a lasciare Marco...

Ci fermiamo qui nella sintesi del film, invitandovi a guardare il trailer ufficiale pubblicato su YouTube da Amazon Prime Video

Perché guardare Blackout Love

Una trama semplice, senza troppi fronzoli, una storia che si lascia seguire tranquillamente, ma in cui i pregevoli momenti musicali sembrano quasi un modo per consentire alle coppie di spettatori di riflettere e di interrogarsi. 

Le difficoltà di una relazione, la vita di coppia superati i 30 anni, il desiderio di avere figli e la paura di non essere all'altezza... In un'ora e mezza, il film offre diversi spunti di riflessione, portando gli spettatori a chiedersi "anche noi siamo come loro?", "che cosa succederebbe se mi dimenticassi l'ultimo anno di relazione?", "se tornassimo indietro che cosa cambieremmo?". 

Azione + viaggi nel tempo + amore: le ragioni per vedere The Tomorrow War su Prime

Blackout Love accende i punti di domanda, e lo fa con una semplicità e una schiettezza rare per il cinema italiano, tanto che viene quasi da pensare che non è solo il titolo a ricordare una commedia romantica americana (o britannica), ma è proprio tutto il film che, in senso buono, ci porta alla mente tanti film del recente passato, da 50 volte il primo bacio a Notting Hill.

In più, è ambientato in Italia, permettendoci di entrare ancor più in sintonia con i personaggi e le loro vicissitudini. Un'Italia pre-covid, in cui l'amore, la convivenza e le amicizie erano più semplici, con meno ostacoli e strutture fisiche e mentali a frapporsi tra noi e i nostri pensieri più intimi. 

Alla fine, dunque, Blackout Love fa il suo lavoro di film "terapeutico" mentre ci fa sorridere; riflettiamo e ci divertiamo, riconoscendoci in legami presenti e passati, mettendoci in imbarazzo in qualche frangente equivoco e consolandoci con il suo messaggio conclusivo sull'amore: quale? Per scoprirlo è necessario guardare il film.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Blackout Love", il film italiano che fin dal titolo sembra una bella commedia americana

Today è in caricamento