Venerdì, 16 Aprile 2021

Nadia Toffa, la commozione di Cesare Prandelli: "La sua battaglia mi ha stretto il cuore"

L'ex ct della Nazionale era tra le centinaia di persone che a Brescia hanno reso omaggio alla conduttrice de Le Iene morta di cancro a soli 40 anni, lo stesso male che portò via sua moglie Manuela

Cesare Prandelli alla camera ardente per Nadia Toffa a Brescia (foto Ansa)

C’era anche Cesare Prandelli a rendere omaggio alla camera ardente per Nadia Toffa al teatro Santa Chiara a Brescia. L’ex ct della Nazionale non conosceva la conduttrice de Le Iene morta di cancro martedì a soli 40 anni. Lo stesso male che portò via Manuela, la moglie di Prandelli qualche anno fa. "Un amico comune mi ha raccontato la battaglia di Nadia, che mi ha commosso e stretto il cuore. Così, senza pensarci troppo, sono andato a renderle omaggio", ha spiegato Cesare Prandelli al Corriere della Sera. 

Non eravamo amici. Anzi, neppure la conoscevo, ci siamo incontrati e salutati un paio di volte, casualmente, favoriti forse dal fatto che siamo bresciani tutti e due. Sono andato alla camera ardente spinto dal suo coraggio. Nadia ha inviato un messaggio straordinario, soprattutto a quelli che soffrono: c’è la possibilità di vivere, magari non a lungo, ma con grande dignità e senza perdere il sorriso. Lei c’è riuscita. È stata un esempio di forza e combattività”, ha detto Prandelli. 

Nadia Toffa, l'omaggio di Cesare Prandelli: "Non ha mollato sino alla fine"

“La sua storia, in mezzo a tante altre purtroppo, è la conferma che siamo fragili e a volte indifesi. Una riflessione che non facciamo quasi mai. Non so se il suo sorriso sia una speranza contro il male, ma il suo messaggio è importante. Nadia ha affrontato la malattia con coraggio, senza nascondersi, senza vergogna. Sapeva di non avere troppo tempo a disposizione, ma non si è arresa e ha offerto la sua sofferenza affinché fosse un esempio. Si è messa a nudo. Ha avuto la forza di raccontare tutto, senza paura e con grande dignità. Non ha mollato sino alla fine”

Prandelli ha ricordato però come la scelta di Nadia Toffa di raccontare la malattia su Facebook l’abbia esposta anche a violenti attacchi. “Certe frasi contro di lei sono state di una tristezza sconfinata e la dimostrazione di dove stiamo andando a finire. Mi chiedo cosa penserà oggi chi le ha scritte. Forse però è una domanda inutile. Credo che da storie come questa dovremmo solo prendere esempio per avere un atteggiamento diverso nei confronti della vita, che è bellissima. Dobbiamo tirare fuori l’umanità. Impegnarci nelle cose che contano. Diventare migliori. E sorridere di più”.

Funerali Nadia Toffa a Brescia, celebra il parroco della 'Terra dei Fuochi'

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nadia Toffa, la commozione di Cesare Prandelli: "La sua battaglia mi ha stretto il cuore"

Today è in caricamento