rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Tv

Chi è Chef Rubio di Unti e bisunti e Camionisti in trattoria

La storia di Gabriele Rubini, il verace cuoco di DMAX e NOVE: età, carriera sportiva e culinaria, programmi tv, controversie e polemiche

Conduttore di Unti e Bisunti e Camionisti in trattoria, Chef Rubio è ormai noto come lo chef controtendenza, fuori dagli schemi, famoso i suoi programmi culinari all’insegna dell’abbondanza, dello street food e della voracità.

Età, biografia, rugby e cucina

Gabriele Rubini nasce a Frascati (Roma) il 29 giugno 1983. Fin da piccolo pratica rugby e nel 2002 firmerà il suo primo contratto da professionista col Parma. Giocherà poi per il Rugby Roma, per il Poneke, per il Rovigo e per la Lazio, prima di un infortunio al crociato che chiuderà la sua carriera agonistica nel 2011. Anche il fratello Giulio è un ex-rugbista professionista, e vanta quattro presenze con la Nazionale Italiana.

Durante il periodo in Nuova Zelanda al Poneke RFC, club rugbistico di Wellington, Gabriele lavora in un ristorante, ed è qui che nasce la sua passione per la cucina. Rientrato in Italia infatti si diploma all’ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana, e dal 2013 inizia a lavorare per DMAX con il programma Unti e Bisunti, dove viaggia on the road per l’Italia alla ricerca dei piatti più tipici. La collaborazione col circuito Discovery porterà, nel corso degli anni, a numerosi programmi (Il re della griglia, Il ricco e il povero, etc.) e anche al film spin-off Unto e Bisunto – La vera storia di Chef Rubio. Tra il 2018 e il 2019 conduce le prime tre edizioni di Camionisti in trattoria, grande successo su DMAX e Food Network con il quale si consacra come lo chef più verace della televisione italiana.

Chef Rubio: controversie

Nella carriera di Chef Rubio non mancano certo tensioni, polemiche e anche alcune denunce. Nel 2018 Amnesty International sospenderà la collaborazione con il cuoco per alcune dichiarazioni misogine nei confronti di Selvaggia Lucarelli.

Nel 2019 viene denunciato dalla comunità ebraica di Treviso in seguito ad alcune parole forti nei confronti dello Stato di Israele e a favore del popolo palestinese. Lo stesso anno riceve un’altra denuncia da parte di Fratelli d’Italia per aver usato il termine “razzisti umbri” dopo l’elezione di Donatella Tesei a presidente della giunta regionale dell’Umbria.

Nel 2021 criticherà apertamente la trasferta dell’ex capitano della Roma Francesco Totti a Tel Aviv, in Israele, in occasione di uno spot per la finale di Champions League.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chi è Chef Rubio di Unti e bisunti e Camionisti in trattoria

Today è in caricamento